Vendevano via Internet fauna selvatica catturata e detenuta illegalmente: due persone denunciate

Il Nucleo Investigativo dell'Ispettorato di Cagliari e il personale della stazione Forestale di Isili, a seguito di segnalazione della vendita online di esemplari di pernice sarda, hanno eseguito una mirata attività di verifica simulando l'acquisto di tale selvaggina.
Il piano ivestigativo ha avuto buon esito, in quanto all'appuntamento concordato si sono presentati in borghese i Forestali del Nucleo Investigativo, i quali appena  ricevuta una gabbia con tre splendidi esemplari di Pernice Sarda, si sono qualificati sequestrando le pernici e denunciando per commercio di fauna selvatica le due persone responsabili del reato. Gli illeciti penali contestati sono quelli di cattura e commercio illegale di fauna selvatica, punito con una pena sino a sei mesi di reclusione e l'ammenda sino a 4 mila euro.
Il mercato clandestino di fauna selvatica viva è un fenomeno in evoluzione e generalmente rivolto ad acquirenti interessati al ripopolamento di zone di caccia faunisticamente in degrado o per un utilizzo come richiamo vivo, pratica, questa, vietata in Sardegna.
Gli animali sottoposti a sequestro dopo visita veterinaria presso il CRAV dell'Agenzia Forestas saranno rimessi in libertà in una zona protetta.
L'operazione si inquadra nell'attività che il Corpo Forestale portata avanti a tutela della fauna selvatica e della biodiversità.

Si invitano i cittadini a segnalare qualsiasi emergenza ambientale al numero di emergenza 1515 del Corpo Forestale e di Vigilanza ambientale
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo