Martis: riparte l'Ethno’s Music Festival, dal 18 al 27 dicembre

Dopo un anno di blocco forzato delle attività imposto dall’emergenza COVID, Ethno’s Music Festival ritorna, in splendida forma, dal 18 al 27 dicembre nella storica casa di Martis, come è ormai tradizione nel mese di dicembre.

Elisa Carta apre il programma, un’artista che è ormai una conferma, non più una scoperta. Primo appuntamento sabato 18 alle 21.00, al centro polivalente Vincenzo Migaleddu con Elisa Carta e il suo “S’incontru”, seducente concerto mix di atmosfere sardo-mediterranee e afroamericane. Un lavoro intimo ma potente, curato in ogni dettaglio, per quest’artista che sta vivendo un momento di grandi soddisfazioni e si presenta all’appuntamento accompagnata da strumentisti eccezionali, fra cui spicca la chitarra di Francesco Piu.

Per Natale il tradizionale concerto Gospel. Il festival prosegue il 22 dicembre alle 19.00, presso la Chiesa di San Giovanni, con l’ormai tradizionale concerto gospel di Natale: i grandi classici della musica gospel, spiritual e soul saranno eseguiti dal Sound of Freedom Gospel Choir, coro di diciannove elementi guidato da Maria Rosa Romanello.

Musica e cinema: Ethno’s incontra CineMartist. In collaborazione con il Festival CineMartist il giorno 27 si torna al centro polivalente Vincenzo Migaleddu con il quartetto di Luigi Frassetto che suonerà e interpreterà le musiche del grande Ennio Morricone. il Festival cinematografico ormai di casa nel piccolo centro dell'Anglona ha già omaggiato il Maestro con la realizzazione di un murale a lui dedicato nel 2020, che orna una delle vie del centro storico di Martis. Da allora gli organizzatori aspettavano che si allentasse la morsa delle misure di sicurezza sanitarie per poter realizzare questo concerto-tributo che prevede anche la proiezione delle immagini dei celebri film per i quali le musiche furono composte. Ecco adesso l'occasione per far unire le forze a due eventi, Ethno’s e CineMartist, che caratterizzano la vita culturale di questo territorio.

Tre serate… più una. Questa sedicesima edizione prevede inoltre un evento speciale, realizzato un po’ a sorpresa, un po’ frutto di esperienze maturate durante i mesi della pandemia. I protagonisti saranno i musicisti elettronici Kabaret Maker e Arrogalla in un evento online da un luogo molto particolare – una produzione originale (la prima) di Ethno’s Music Festival dal titolo “Ethno’s Sonos Limited Edition”. Il concerto sarà trasmesso online sui canali del Festival e promette di farci… volare.

Soddisfatti del programma il Sindaco Tiziano Lasia e l’Assessora Melissa Pola: “Finalmente di nuovo quest’anno, con sacrifici e fra mille difficoltà siamo riusciti, in collaborazione con le realtà del territorio, a far ripartire il nostro amato festival Ethno’s. Un progetto che vogliamo far crescere, come dimostra la nascita del nuovo Festival Letterario che ne condivide il nome e lo spirito, e che speriamo sia il primo passo di un progetto destinato a espandersi anche verso altre arti”.

L’ingresso a tutti gli eventi è gratuito. Obbligatorio per l’accesso esibire il green pass, salvo esenzioni dimostrabili di legge.

La manifestazione è promossa dall’Amministrazione del Comune di Martis e organizzata in collaborazione con l’Associazione Elighe, il festival CineMartist, la Consulta Giovanile di Martis, il GAL Anglona-Romangia e la Pro Loco di Martis.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo