Si chiude domenica la rassegna (To) be in Jazz, sul palco Peppe Servillo e Costanza Alegiani

Grande successo per la rassegna “(To) be in jazz: i concerti aperitivo” che ha già proposto al Teatro Verdi i primi due appuntamenti.
Applausi per “L’Inferno” scritto e diretto da Mario Raja e ispirato al lungometraggio omonimo del 1911 proiettato integralmente durante l’esecuzione del progetto. Ad incantare il pubblico è stato anche “Verdi & Puccini in Jazz” che ha visto impegnata l’Orchestra Jazz della Sardegna  (OJS) e la cantante Cinzia Tedesco nell’esecuzione di arie tratte da opere dei due immortali compositori e orchestrate da Pino Jodice e Bruno Biriaco con Pietro Iodice alla batteria.

La rassegna organizzata dall’ Associazione Blue Note Orchestra (ABNO) in collaborazione con Teatro e/o Musica propone domenica 19 dicembre l’ultimo attesissimo appuntamento “Di cosa vive l’Uomo? - La Musica di Kurt Weill". Il progetto esplora l'affascinante repertorio del grande compositore tedesco e uomo di teatro attraverso gli arrangiamenti scritti per l’Ojs da Luigi Giannatempo e Filippo Minisola. A dirigere la big band sarda sarà Marco Tiso che condividerà il palco con due interpreti d’eccezione, Peppe Servillo e Costanza Alegiani. Oltre al consueto doppio concerto domenicale alle ore 11.00 ed alle ore 18.00 la manifestazione sarà replicata al Teatro Massimo di Cagliari in collaborazione con “La via del collegio” lunedì 20, alle ore 20.30.

Nel progetto il teatro musicale di Weill viene interpretato in tutte le sue sfumature da musicista e attore Peppe Servillo. Il leader degli Avion Travel ben conosce l'interazione tra musica e movimento scenico, tra suono e gesto, tipica del linguaggio di Weill. Insieme a Servillo sarà sul palcoscenico la cantante e compositrice Costanza Alegiani, tra le voci più originali del jazz contemporaneo italiano, che ha da sempre un rapporto stretto col teatro e la poesia.
Protagoniste saranno alcune canzoni memorabili tratte da "L’Opera da tre soldi" del drammaturgo e poeta Bertold Brecht, con cui Weill ebbe una felice e duratura collaborazione. Tra esse Mackie Messer, e il duetto d’amore Tango Ballade, per citarne solo alcune. Si alternano così momenti musicali tipici del Kabarett berlinese (col suo carattere provocatorio, di tacita protesta) a momenti lirici d’amore, di solitudine, di passione e resistenza politica, di pace o di guerra. Grazie al successo che quest’opera ebbe in Italia con Giorgio Strehler e grandi interpreti, tra cui la straordinaria Milva, le canzoni sono cantate in italiano, e il pubblico potrà entrare in empatia con le storie dei personaggi. Una piccola finestra sarà dedicata alla produzione musicale statunitense di Weill, che corrisponde alla seconda parte della sua vita, quando fu costretto a lasciare la Germania nazista per gli USA e scrisse canzoni immortali, diventate standards del jazz americano, come Lost in the Stars e September Song.
La manifestazione è realizzata con il contributo della Regione Sardegna, del Ministero della Cultura, della Fondazione di Sardegna e col patrocinio del Comune di Sassari.

I titoli di ingresso agli spettacoli di Sassari, al costo di € 12,00, saranno disponibili in prevendita presso il Teatro Verdi di Sassari via Politeama dal lunedì al venerdì dalle 17.00 alle 20.00, oppure online su www.abno.com  Il biglietto per lo spettacolo di Cagliari è di € 15,00 ed è acquistabile presso Boxoffice Sardegna.

Foto a cura di Gaia Mesolella e Masiar Pasquali


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo