Domani al Teatro Verdi “Pizzinnos in festa” lo spettacolo dedicato alla musica sarda

“Pizzinnos in festa” è il titolo dello spettacolo in programma domani martedì 21 dicembre alle ore 18 al Teatro Verdi di Sassari. Saranno i ragazzi gli assoluti protagonisti di un evento che vuole mettere al centro la passione per la lingua sarda, per la cultura locale e le nostre tradizioni più pure.

Sarà infatti un vero e proprio festival dedicato interamente agli adolescenti dai 7 ai 18 anni che proporrano le loro esibizioni di canto, di musica, di cori e di intrattenimento esclusivamente utilizzando la lingua Sarda.

Le iscrizioni sono arrivate da tutta l’isola, per un evento che ha raccolto il favore di tutti . Il regolamento prevedeva infatti che gli aspiranti partecipanti pubblicassero sulla pagina un loro video, della durata non inferiore al minuto, con una loro esibizione per poi condividerlo con amici, parenti e sostenitori.

La giuria e l’organizzazione ha convalidato l’inserimento nella finalissima di martedì di dieci partecipanti nella categoria “cantanti”, due partecipanti nella categoria “cori”, due partecipanti nella categoria “musicisti” insieme ad un ospite intrattenitore di Cabras.

La giuria è composta da artisti che in Sardegna hanno scritto pagine di storia della musica come il cantautore di Ploaghe Soleandro, che negli ultimi anni ha spopolato con “Savitri”, la cantautrice di Oliena MariaLuisa Congiu, la voce, la penna e la chitarra dei Tazenda Gino Marielli, la manager di spettacoli di "Non solo eventi", Emanuela Sassu. Spetterà a loro il compito di giudicare le singole esibizioni e decretare i vincitori che porteranno a casa gli ambitissimi premi: la partecipazione a master di specializzazione, dei buoni per la realizzazione di video clip musicali professionali e la possibilità di incidere un singolo con stampa del cd personalizzato e infine anche la diffusione della loro esibizione nei social e nelle televisioni locali regionali. L’iniziativa, patrocinata dalla Regione Sardegna, è organizzata dalla E20 di Stefano di Franco.

Un appuntamento che cade in prossimità delle feste natalizie e che anche per questo motivo avrà un sapore più magico, quella magia che l’arte, in tutte le sue forme, riesce sempre a regalare a chi sta su un palco e a chi assiste in platea. In sardo.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo