Il fortino del Vis Artena non capitola: solo pari per la Torres al Vanni Sanna

SASSARI. Recupero infrasettimanale al “Vanni Sanna”. Sull’erba dell’impianto sassarese è di scena la Vis Artena, formazione formato mina vagante del campionato di serie D girone G con tante gare da recuperare e ambizioni da parte sinistra della classifica. Davide Sabatini è l’ex di turno, oggi in forza al team allenato da mister Alfonso Greco.

Vis Artena senza l’attaccante Mastropietro, punta di spessore andata in gol anche la scorsa giornata. Il tutto in una giornata in cui le ordinanze anti contagio emanate a vari livelli impongono l’uso della mascherina Ffp2 anche in occasione di eventi all’aperto, titolo di ingresso allo stadio necessario in aggiunta al Green Pass e al biglietto. Quel che manca, si sente e si vede, sono i cori e i colori della curva Nord. Il Vanni Sanna però risponde presente.

Al 1’ la manovra rossoblù porta Gigi Scotto al tiro da fuori area: bello il movimento, para facile a terra Manni. Dianose prova a servire Magliocchetti in area, ma Alessio Slavato salva senza patemi.Squadre che sembrano pronte ad affrontarsi a viso aperto. Torres presente, determinata e reattiva. Vis Artena, insidiosa e attendista. Paolacci evita un giallo che sembrava quasi scontato per un fallo tattico a metà campo, al 7’ dai 35 mt ci prova Gigi Scotto: ottima la parabola, Manni si salva in tuffo deviando in corner. Sugli sviluppi Nicolò Antonelli sembra avere la palla buona, ma l’azione sfuma.

Al 9’ il, pallone danza in area, Di Vico tenta la zampata vincente ma Alessio Salvato resta saldo nei nervi e nella posizione, il risultato rimane sullo 0-0. Azione insistita e ragionata sulla destra per la quadra sassarese: tutto perfetto, cross leggermente lungo e occasione che sfuma. un fuorigioco dubbio frena la rincorsa rossoblù alla prima rete del match, Daniele Bianchi e compagni sono sul pezzo, la Vis Artena si chiude bene e non rischia nulla sperando nello spazio che può aprire alla ripartenza. Al 21’ Marco Piredda calcia da buona posizione verso la forza, conclusione facile preda di Manni.

Al 26’ grandissima occasione per la Torres: Gigi Scotto pennella dalla lunghissima su punizione, Nicolò Antonelli fa da sponda perfetta e Kalifa Kujabi impatta di testa sul pallone al momento giusto ma non nel modo giusto con la sfera che accarezza la traversa, e finisce alta. La Torres dimostra di saper imbastire le trame della manovrata al momento ogni tentativo fatica a concretizzarsi per errori torresini e chiusure della retroguardia ospite.

Dopo una mischia pericolosissima in area sassarese (37’) Negro interviene molto ruvido su Kalifa Kujabi: brutto fallo che porta all’ammonizione del numero 23 della Vis Artena. Direzione all’inglese, qualche brutto fallo di troppo e match spezzettato. Il Vanni Sanna alza la sua voce e grida “Forza Torres”. E la Torres resta in pressing - palo clamoroso di Giancarlo Lisai al 47’ a conclusione di un’altra straordinario azione di marca torresina-  anche se il risultato non si sblocca: un minuto di recupero, 0-0 e squadre nello spogliatoio.

Alfonso Greco manda la sua panchina a scaldarsi. La Torres continua a tenere la Vis Artena alle corde, provando ad assestare il colpo da ko. Al 2’ del st flipper in area avversaria, ci provano in tanti ma ancora una volta non ci riesce nessuno. Negro (altro ex del match) sbraccia su Adam Diakite: arriva per lui il secondo cartellino giallo, è espulsione al 5’ della ripresa. All’8’ st, post percussione insistita di Marco Piredda, Gigi Scotto può calciare sottomisero ma non centra il bersaglio. Giallo per Odianose, poi cambiato con Lucchese. Avversari che perdono tempo ad ogni azione. Al 13’ st Kujabi finisce a terra in area, intervento dubbio ma azione che non si stoppa.

Al 15’ st e poi al 16’ st Adam Diacide, poi Gigi Scotto: pioggia di occasioni, diluvio sulla Vis Artena che però non si concretezza nel gol del vantaggio, quello che rotto il ghiaccio potrebbe raccontare un’altra storia. Manni pesca il giallo per l’ennesimo rinvio con perdita di tempo. Ammonizione anche per Daniele Bianchi. Dentro Francesco Ruocco per Kalifa Kujabi e mister Alfonso Greco a rafforzare ulteriormente il reparto offensivo rossoblù. AL 26’ st Giancarlo Lisai la mette sulla testa di Gigi Scotto: palo clamoroso. Partita stregata. Mezza rovesciata di Adam Diakite, parte esterna della rete. Dentro Davide Sabatini per Giancarlo Lisai. Al 37’ st Adam Diakite va giù dopo un contatto con Manni: nessuna segnalazione arbitrale, e si continua.

Giacomo Demartis cambia Gigi Scotto. Assalto all’arma bianca, Vis Artena chiusa oltre ogni limite del possibile. “Solo” 5’ i minuti di recupero assegnati. Manni continua a perdere tempo, poi spara dritto in laterale il suo rinvio. Ultimi assalti, ancora a salve.

Campionato di serie D (Girone G)
Torres vs Vis Artena 0-0
Stadio “Vanni Sanna” di Sassari


Torres
: Salvato, Rossi, Mukaj, Kujabi (20’ st Ruocco), Antonelli, Dametto, Lisai (29’ st Sabatini), Bianchi, Scotto (41’ st Demartis), Piredda, Diakite. A disposizione: Garau, Ferrante, Masala, Pinna S., Tesio, Mignogna. Allenatore: Alfonso Greco

Vis Artena:  Manni, Capodaglio, Sfanò, Paolacci, Magliocchetti, Capotosti (41’ st Talone), Odianose (9’ st Lucchese), Maini, Contucci, Di Vico (31’ st Vittucci), Negro. A disposizione: Chingari, Chialastri, Catapano. Allenatore: Fabrizio Perrotti

Arbitro: Frasynyak di Gallarate
Assistenti: Cusumano di Collegno e Galasso di Torino

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo