Musica e improvvisazione all'Ex-Q
Il 1° settembre omaggio a John Cage

Da sabato laboratori con Patrizio Fariselli degli Area
di Michele Spanu | Twitter: @MicheleSpanu84
Leonardo Omar Onida, Leonardo Boscani, Simone Sassu e Franca Puggioni (foto: SassariNotizie.com)
Leonardo Omar Onida, Leonardo Boscani, Simone Sassu e Franca Puggioni (foto: SassariNotizie.com)

SASSARI. Un music circus dedicato al grande compositore John Cage. E' questa l'ultima idea del laboratorio culturale Ex-Q che, sotto la direzione artistica del musicista sassarese Simone Sassu, il 1° settembre ospiterà una multi-performance interamente ispirata all'artista americano scomparso nel 1992. Un evento fatto di eventi, in cui tutto succede "in contemporanea", e che vedrà coinvolti circa 50 tra musicisti, attori, performers e artisti visivi. Questa mattina nei locali dell'Ex-Q si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell'evento con Leonardo Boscani, Simone Sassu, Leonardo Omar Onida e Franca Puggioni. Le attività, interamente realizzate senza contributi pubblici, avranno inizio già da sabato 27 agosto con un laboratorio per gli adulti aperto a tutti i musicisti in preparazione alla grande performance prevista per la giornata del 1° settembre. Gli incontri saranno curati da Simone Sassu, e Patrizio Fariselli (pianista, compositore, storico leader degli Area, di recente riuniti e tornati sulle scene). Verranno messi a fuoco alcuni fattori cruciali della musica del nostro tempo, l’improvvisazione, gli aspetti cognitivi della composizione estemporanea, l’aleatorietà, la ricerca sperimentale sul suono – attraverso l’utilizzo di materiali eterogenei, molti dei quali tratti dallo sterminato catalogo delle opere del grande maestro John Cage.

Si procederà poi con il laboratorio per ragazzi che si terrà nei giorni dal 29 al 31 agosto nei giardini pubblici davanti all'Ex-Q curato dal geniale musicista e performer Paolo Ciarchi (presente anche lui questa mattina alla conferenza stampa). Il corso sarà aperto a giovanissimi e adolescenti che saranno guidati nella costruzione di strumenti musicali tratti da materiali di recupero, che poi verranno utilizzati per l’esecuzione di brani musicali. L’evento conclusivo avrà luogo giovedì 1° settembre e vedrà l’esecuzione di importanti opere pianistiche di Cage come Dream, Winter music, e In a landscape, così come brani di ensemble (Renga, Fontana Mix), numerose performance e audio-video installazion (Radio Music, Variations IV); verrà dato anche ampio spazio alla libera improvvisazione. Tra i tanti artisti coinvolti anche Beppe Dettori dei Tazenda e molti altri che compongono il tessuto musicale di Sassari e della provincia. Il pubblico potrà liberamente muoversi e scegliere quale opera ascoltare e per quanto tempo, in una vasta area, come appunto quella dei Giardini Pubblici e dell’Ex-Q, in grado di contenere e ospitare, nell’arco di circa 3 ore, diverse performance che toccheranno – così come l’intera opera di John Cage – i più svariati territori dell’espressione artistica: musica, teatro, arti visive. E’ anche prevista, grazie alla collaborazione con l’associazione Progetto Ottobre in Poesia, la realizzazione di un film-cortometraggio sul progetto che verrà proiettato nel corso della prossima edizione del Festival Ottobre in Poesia.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Leonardo Omar Onida, Leonardo Boscani, Simone Sassu e Franca Puggioni (foto: SassariNotizie.com)