La Guardia Costiera di Alghero sequestra 327 nasse nell'area marina protetta di Capo Caccia

Nel corso della continua attività di vigilanza nell’Area Marina Protetta “Capo
Caccia - Isola Piana”, i militari dell’Ufficio Circondariale marittimo di Alghero, in
data 07 gennaio 2022, hanno recuperato e posto sotto sequestro 327 nasse posizionate indebitamente all’interno della zona “C” di riserva parziale dell’Area.
L’attività congiunta, svolta dalla Motovedetta CP 871 e dal battello GC B 25,
con anche il supporto del personale dell’Area Marina Protetta, ha permesso il
salpamento a bordo delle nasse e il successivo trasporto presso la sede del
parco.
In particolare, i militari della Guardia Costiera, dopo aver individuato i
responsabili e gli attrezzi da pesca collocati in violazione delle disposizioni
contenute nel disciplinare dell’A.M.P., hanno sequestrato le 327 nasse
cilindriche, con armatura in ferro e plastica, collegate fra loro all’interno dello
specchio acqueo della Baia di Porto Conte.
La condotta messa in atto ha portato all’elevazione delle relative sanzioni
amministrative, per un ammontare complessivo di 2.344 €, previste sia dalle
norme in materia di pesca e sia da quelle afferenti la difesa delle aree marine protette.
Tutto il prodotto ittico, rinvenuto allo stato vitale, è stato immediatamente
restituito al mare.
Il Comandante della Guardia Costiera di Alghero, T.V. (CP) Giuseppe TOMAI, nel sottolineare l’efficacia della sinergica collaborazione con il personale dell’Area marina protetta, fa presente che la rimozione degli attrezzi in parola, oltre ad assicurare l’osservanza delle norme in materia di attività di pesca, ha consentito di garantire la tutela dell’ambiente e la sicurezza della navigazione, scongiurando il deterioramento dell’ecosistema marino in un’area di assoluto pregio.
L’attività effettuata si inquadra in una più ampia serie di controlli ambientali
e sulla filiera ittica posti in essere quotidianamente in A.M.P. dal personale della Guardia Costiera di Alghero che - sotto il Coordinamento della Direzione Marittima di Olbia - assicura l’attività di monitoraggio prevista dalla normativa vigente.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo