Ugl: «Dopo Ravenna ora si pensi
a salvare la Vinyls di Porto Torres»

L'ingresso della Vinyls a Porto Torres (foto: SassariNotizie.com)
L'ingresso della Vinyls a Porto Torres (foto: SassariNotizie.com)
PORTO TORRES. «Ci aspettiamo che per lo stabilimento Vinyls di Porto Torres arrivino presto notizie positive come accaduto per Ravenna, ceduta al gruppo Igs». Lo dichiara il segretario Territoriale Ugl Chimici, Simone Testoni, in vista dei prossimi incontri che si terranno al ministero dello Sviluppo Economico, ed evidenziando come «in attesa di conoscere gli esiti dei nuovi bandi pubblicati dall’amministrazione straordinaria, auspichiamo che, da parte delle istituzioni nazionali e locali, sia fatto tutto il possibile per salvaguardare anche i lavoratori Sardi, che da tempo attendono di avere certezze e di poter tornare a progettare serenamente il proprio futuro».

«Da parte nostra - conclude il sindacalista - continueremo come sempre a stare al fianco degli operai Vinyls nella loro esemplare lotta per il riconoscimento del diritto al lavoro è al pagamento degli stipendi arretrati».

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Tags
Immagini articolo
  • L'ingresso della Vinyls a Porto Torres (foto: SassariNotizie.com)