Magazzino utilizzato come appartamento: la Polizia locale di Sassari sgombera gli occupanti

Sassari. Questa mattina la Polizia locale di Sassari ha dato esecuzione a un’ordinanza sindacale che imponeva lo sgombero di un immobile accatastato come magazzino ma usato come abitazione. Si tratta del primo provvedimento di questo genere adottato in città e frutto di quella mappatura del centro storico realizzata nel 2021 dall’Amministrazione comunale proprio per scovare le situazioni illecite e riportare decoro e legalità nel cuore di Sassari.

Già nei giorni scorsi gli agenti avevano compiuto un sopralluogo nell’immobile con i tecnici del Servizio Igiene e Sanità Pubblica dell’ATS Sardegna Assl Sassari. Quello che sarebbe dovuto essere un magazzino, aveva invece una cucina, un ambiente letto e un bagno. Le condizioni igieniche erano molto critiche, con umidità e muffe nelle pareti. La condizione dell’immobile era del tutto inadeguata per essere usata come abitazione, essendo privo dei requisiti strutturali e microclimatici previsti dalla vigente normativa.

Stamattina lo sgombero delle persone che ci abitavano, mentre sono in corso indagini per capire per quale uso l’immobile  fosse stato ceduto.

Sono stati già controllati oltre 700 immobili per verificare la regolarità dei contratti di affitto fossero regolari, che gli appartamenti fossero agibili e abitabili e che i residenti avessero i documenti in regola e i controlli proseguono serrati. La mappatura prosegue anche in questi gironi senza soluzione di continuità rispetto al 2021.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo