"Frammenti di Sardegna - Arte musica e cultura in Centro Cavour" a Sassari

Sassari. “Nemmeno la pandemia - pur ri-adattando forme e modalità - ha stoppato la grande voglia di prore e fare dell’Associazione con Centro Cavour: siamo ripartiti dall’entusiasmo che genera la forza per andare avanti e reagire; siamo ripartiti dalle oasi verdi di design che ancora oggi impreziosiscono gli spazi di via Cavour e abbiamo rilanciato ancora una volta con “Frammenti di Sardegna - Arte, Musica e Cultura in Centro Cavour”, una nuova serie di iniziative andate in scena sotto l’ormai celebre cielo di luci che fa da cornice al centro cittadino”.

Questo il concretizzato intento dell’Associazione ccn Centro Cavour, che da anni ormai riunisce in una sola e forte e ribadita volontà gli intenti e la passione per Sassari di professionisti, cittadini, Istituzioni, Enti, commercianti, residenti e non di via Cavour e che ancora una volta ha colorato di suoni, arte, emozioni e cultura gli spazi della storica via del centro storico di Sassari con il progetto “Frammenti di Sardegna - Arte, Musica e Cultura in Centro Cavour”, un insieme di allestimenti ed esposizioni a sfondo storico-culturale e artistico ispirate alla Sardegna, suggestive coreografie di danza e concerti in musica.  

Il ribadito obiettivo dell’Associazione è riqualificare il centro città, trasformarlo in un “museo/teatro a cielo aperto” animato d’arte e di cultura, reso accogliente fruibile e bello grazie anche al coinvolgimento dei principali attori sulla scena della comunità: Istituzioni, giovani, scuole e cittadini, componenti di un circuito virtuoso da attivare con lo strumento della partecipazione consapevole e responsabile.

Cosa è accaduto in via Cavour? Ha preso vita un concorso riservato agli studenti (grazie all’impegno ed al coordinamento del professor Andrea Virgilio), con giudizio affidato ad una qualificata e quanto più competentemente variegata giuria, darà un tocco in più all’intero svolgersi del progetto: “Ritratti in bianco e nero della città di Sassari fra storia, eleganza ed emozione”. Una qualificata giuria, riunitasi nella splendida cornice della sala Siglienti presso la sede della direzione generale del Banco di Sardegna, ha emesso il suo verdetto: al primo post ex equo Elisa Casu con l’immagine di via Ramai e Claudia Mangano con uno scorcio di via Gazometro. Ex equo al secondo posto Elisa Careddu (viale Caprera) e Vittoria Sini (centro storico). Grazie della partecipazione e dell’impegno a Adriana Giara, Antonio Loria, Claudia Mangano, Elisa Careddu, Elisa Casu, Elisa Forteleoni, Elisa Merolle, Francesca Ventura, Giada Poddighe, Hiba Chraibi, Vittoria Sini e Viviana Simula.

Gli scatti vincitori sono stati premiate in concomitanza con l’evento “Danzando in Città” - coordinamento affidato alla professoressa Cristina Tagliaverga - performance formato flash mobile versione site specific in adattamento alle specifiche di strada e arredi urbani che ha regalato istantanee d’arte in movimento e ha coinvolto e catturato gli sguardi e l’attenzione dei passanti.  

E ancora la città ha potuto ascoltare le “Note in Centro Cavour”, rinnovato appuntamento con la musica dei ragazzi del Liceo  classico, musicale e coreutico “D. A.Azuni” - coordinamento professor Gioele Lumbau - serata allietata dall’orchestra d’archi Juvenilia Ensemble, splendido esempio di formazione in seno all’istituto scolastico e dalla forte attività concertistica alimentata dalle associazioni territoriali come Ente Concerti “M. De Carolis”, l’Associazione Culturale Ellipsis e l’Associazione Corale Polifonica Santa Cecilia. Senza dimenticare le sinuose atmosfere create dal sax di Armando Casu.  

Spazio poi ad “Angoli della Sardegna”, mostra fotografica di Maurizia Lay che ha catturato con sensibilità alcuni degli scorci più caratteristici della nostra Terra, a “Paesaggi urbani e Belve”, mostra pittorica di Daniel Leal dai colori sgargianti e intriganti a riprodurre scorci di città e paesi della Sardegna. E spazio anche al cortometraggio “S’Ammuntadori”, al lungometraggio “L’Ultimo Amore di Las” e al seminario “Film di Animazione in Sardegna” realizzato in collaborazione con Flora’s Room.

L’intero programma di attività si è svolto in un contesto ingentilito dal posizionamento di adeguata illuminazione sugli ulivi secolari e di figure artistiche disposte su parte della carreggiata, griffate Character e realizzate in versione design a rendere omaggio ai colori della città di (il rosso e il blu) e a due dei simboli sportivi di Sassari: la Torres calcio e la Dinamo basket.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo