Corpo forestale. Pesca in acque interne: sequestrati 15 bertovelli nell'oristanese

A seguito di diversi controlli, predisposti per contrastare gli illeciti in materia di pesca in acque interne, gli agenti della Stazione forestale di Oristano, durante il mese di marzo, hanno concluso una vasta operazione che ha portato al sequestro amministrativo di 15 bertovelli.
Questi particolari attrezzi da pesca consistono in trappole formate da sbarramenti fissi e coni di rete, mantenuti aperti da tre o più cerchi di materiale flessibile, e sono destinati principalmente alla cattura delle anguille.
L’attività si è svolta in due distinte giornate, in Località “Mare Pauli”, agro del Comune di Cabras e di Nurachi. Gli attrezzi sequestrati erano privi di identificativi e contenevano pochi pesci che, in quanto ancora vitali, sono stati immediatamente rilasciati nelle acque lagunari circostanti come prevede la normativa vigente.
Il personale del Corpo Forestale è sempre impegnato in prima linea, con un grande impiego di risorse umane e strumentali, per contribuire ad arginare il fenomeno degli illeciti nelle attività di pesca e a tutela della risorsa ittica. Si ricorda che i cittadini possono segnalare al numero verde 1515 le situazioni ritenute illecite nonché ogni elemento utile per individuarne i responsabili.




© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo