Domani al PalaSerradimigni la Dinamo Sassari ospita Treviso: vietato sbagliare

Piero Bucchi (foto: Dinamobasket.com)
Piero Bucchi (foto: Dinamobasket.com)
Sassari. Il patrono di Sassari è San Nicola, lo stesso a cui si sono votati i tifosi di Treviso dopo la partita di Varese e l’arrivo in panchina dell’ex idolo sul parquet, ovvero quel Marcelo Nicola che ha prodotto la classica “scossa” dopo l’esonero di coach Menetti, straordinario nel portare i veneti in A1, nel vincere la Coppa Italia di A2 e nel cammino storico in Europa in Champions League. La società ha deciso di sterzare nel finale perché la classifica era molto preoccupante, ma soprattutto c’era Henry Sims ai margini (era stato fuori sia per scelta tecnica che comportamentale) del gruppo. Come spesso succede pagano i coach e il lungo di Treviso dopo un periodo disastroso mette insieme una doppia doppia da 28 di valutazione, decisiva nel blitz di Varese con la Nutribullet capace di segnare 89 punti.

DICHIARAZIONI BUCCHI
Treviso è pericolosissima, ha giocatori italiani di assoluto livello come Bortolani, che ha grande confidenza con il canestro, come Imbrò, che sta giocando da assoluto protagonista, come Akele che è fondamentale collante di squadra. In mezzo ci sono talenti del livello del citato Sims che ingaggerà un gran duello con Bilan, il playmaker Russell che crea vantaggi per sé e per gli altri, senza dimenticare l’atletismo di Jones, che può giocare da 4 e da 5, le capacità balistiche di Dimsa, l’atipicità di Sokolowski, arma tattica chiave per Treviso, che ha roster di primo livello. Da valutare le condizioni di Jurkatamm, arrivato in corsa, mentre Chillo è prezioso dalla panchina.

EDITORIALE TRENO PLAYOFF, FERMATA PALASERRADIMIGNI

Tutti giocatori veri e “gasati” dalla nuova gestione e dal successo di Varese, Treviso ha talento ed esperienza, la Dinamo dovrà assolutamente cercare di gestire il ritmo, di muovere la palla e di cercare di lottare a rimbalzo, che più che mai è chiave di volta fondamentale per i successi del Banco. Il peso del possesso sarà ovviamente decisivo, Sassari non può permettersi 20 perse e soprattutto deve cercare lei di poter far male in campo aperto. Difesa determinante sia nel pick and roll, sia nella difesa degli esterni che hanno tutti qualità per primeggiare.

Fonte:Dinamobasket.com

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Piero Bucchi (foto: Dinamobasket.com)