"I sardi e la resistenza", giovedi 21 a Sassari dibattito alla Biblioteca Universitaria

Sassari. “I sardi e la Resistenza” è il tema dell’incontro-dibattito che si svolgerà giovedì 21 aprile a Sassari, alle ore 17,30, nella sede della Biblioteca Universitaria, in via Enrico Costa 57. L’evento è promosso dall’Istituto sardo per la storia dell’antifascismo (Issasco) in collaborazione con la stessa Biblioteca Universitaria - Ministero della Cultura.

Saranno rievocate le storie di Nino Garau, Luigi Cano, Pietro Tola e Gavino Cherchi, ovvero quattro differenti modi di raccontare il ruolo rivestito dai sardi nella resistenza italiana al nazifascismo.

Nino Garau, nome di battaglia Geppe, classe 1921, era un giovane, figlio della borghesia cittadina cagliaritana, che dopo l’8 settembre partecipa al movimento di liberazione nelle bande partigiane nel Modenese assurgendo anche al grado di comandante di brigata.

Pietro Tola, nato a Thiesi nel 1905 da una famiglia di pastori e contadini, era un finanziere che fece la sua Resistenza in un campo di concentramento in Germania, sottoposto al lavoro coatto per i tedeschi da internato militare (Imi).

Luigi Cano
, ufficiale superiore, iglesieste, classe 1905, ebbe un ruolo importante nell’organizzazione delle bande partigiane nel Lazio, fu prigioniero dei tedeschi in via Tasso e dopo la liberazione di Roma combatté contro i nazifascisti in Toscana.

Gavino Cherchi, nato a Ittireddu nel 1911, fu un insegnante antifascista disperso poco prima della Liberazione. Rappresenta il campo della Resistenza civile non armata, articolata e complessa, che è doveroso ricordare e studiare.

Dopo i saluti del direttore della Biblioteca Universitaria, Giovanni Fiori, introduce e modera il dibattito Salvatore Mura, ricercatore in Storia contemporanea all’Università di Sassari.

Intervengono Walter Falgio, presidente Issasco, curatore del volume che raccoglie la memoria del partigiano Garau, La resistenza di Geppe, Soter 2021; Salvatore Tola, giornalista, saggista, curatore con Giovanni Tola del diario di prigionia del loro padre Pietro, Il lager nel bosco, seconda edizione Soter 2019; Daniele Sanna, storico, curatore dello studio, La Sardegna e la guerra di Liberazione, FrancoAngeli 2018; Michèle Kramers, regista teatrale che, nel 70esimo della Liberazione, con la compagnia “Theatre en vol” ha portato in scena “Il vento. Storia di Gavino Cherchi e di altri dispersi”, tratto da Il viaggio più lungo di Gavina Cherchi.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo