Sanità: consegna di panni e traverse per anziani e disabili in grave ritardo

Sardegna. “Sono sempre di più le famiglie sarde che lamentano gravi e intollerabili ritardi nella consegna degli ausili ad assorbenza per persone incontinenti. Da quando è entrato in vigore il nuovo regime di fornitura, attraverso il servizio erogato dalla Società Santex S.p.A., i pannoloni e le traverse devono essere consegnati direttamente al domicilio indicato dal paziente con cadenza trimestrale, mentre in precedenza i presidi venivano invece consegnati tramite le farmacie convenzionate e i negozi di articoli sanitari”.

“Purtroppo si sta verificando spesso che le forniture siano insufficienti e in grave ritardo, e che le famiglie si trovino costrette ad acquistare il materiale necessario a proprie spese. Questi costi sono un aggravio non trascurabile per i bilanci familiari e ciò non è accettabile dal momento che si tratta di presidi assolutamente indispensabili per la cura e l’assistenza di invalidi e persone che si trovano in particolari condizioni fisiche”.

Così il consigliere regionale del M5s Michele Ciusa ha presentato un'interrogazione al Presidente Solinas e all'assessore alla Sanità Nieddu affinché il servizio di consegna a domicilio degli ausili ad assorbenza per persone incontinenti venga svolto senza arrecare disagi ai pazienti e alle famiglie.

“Gli ausili per l’incontinenza riconosciuti dal Sistema Sanitario pubblico costituiscono un diritto fondamentale per tutte le persone che hanno problemi di questo genere e pertanto è necessario e doveroso garantire un accesso più funzionale a tale prestazione”.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo