Tennistavolo Sassari: sfiorata la promozione in A1. La squadra sassarese chiude insieme a Norbello

Sassari. Sfiora nuovamente l'impresa di conquistare la A1 di tennistavolo la matricola terribile. Dopo aver chiuso il campionato di A2 maschile a una sola lunghezza dalla capolista Ennio Cristofaro Casamassima, il Tennistavolo Sassari disputa un grande playoff a Terni.
La formazione allenata da Mario Santona conquista una vittoria e un pareggio, perdendo solo contro il Reggio Emilia Ferval, quinto nella massima serie che mantiene così la categoria.

La squadra sassarese ha vinto il primo confronto del playoff: 4-2 Frandent Group Torino Universitaria, arrivata seconda nell'altro girone della A2. Doppia vittoria del nigeriano Ganiyu Ashimiyu che ha battuto 3-2 sia Corazza sia Manna. Due successi anche per Marco Poma che si è imposto 3-2 su Allegranza e 3-1 su Corazza.
Nel derby sardo contro il TT Norbello, che ha chiuso al sesto posto di A1, la sorprendente squadra sassarese è riuscita a pareggiare per 3-3. Si è rifatto Adrian Morato che ha sconfitto 3-0 Vellucci, mentre Marco Poma dopo aver battuto 3-0 Vellucci è riuscito a spuntarla su Mokrpolov per 3-2 nel sesto confronto che è valso il pareggio. Purtroppo a parità di set vinti (11 a testa) il Norbello ha fatto 209 punti in totale contro i 206 del tennistavolo Sassari. E quei miseri tre punticini hanno impedito di conquistare una clamorosa promozione, perché nelle gare dell'ultima giornata il Norbello ha battuto gli universitari di Torino e il Tennistavolo Sassari ha perso 4-0 contro Reggio Emilia che ha schierato tre italiani che fanno parte della Top 20: Puppo (numero 6 del ranking italiano), Pinto (numero 10) e Seretti (numero 18).

Il coach Mario Santona commenta: ”Grande impresa solo sfiorata, ma i ragazzi hanno dato tutto e questo non ci fa avere rimpianti. Certo abbiamo avuto diverse occasioni per chiudere il conto sia nella stagione regolare che nella partita pareggiata con Norbello ma evidentemente non era il nostro anno. In ogni caso tutti a livello nazionale stanno imparando il nome di questa matricola terribile. Voglio ringraziare i ragazzi, Marco Poma che quest'anno ha svoltato verso l'alto livello e per molte partite ci ha trascinato, Adrian Morato perché dal suo arrivo la stagione è cambiata in meglio e ultimo ma non ultimo Ganiyu Ashimiyu che alla prima esperienza in Europa dopo i primi mesi di adattamento ha avuto un gran bel rendimento senza trascurare la grossa attività che svolge con i nostri ragazzini”.
Il coach sassarese pensa anche alla stagione 2022/23: Nella prossima A2 ci faremo trovare pronti e combattivi come sempre”.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo