Il paliotto fiorito di Simona Goxhoi nella Chiesa Parrocchiale di San Basilio Magno a Sennori

“Inno alla vita, il paliotto fiorito” è un’opera situata in maniera permanente presso l’altare maggiore della Chiesa di San Basilio Magno a Sennori realizzata da Simona Goxoi, l'artista di Sennori vincitrice di numerosi premi tra cui il Leone Rosso MUSA alla Biennale di Venezia nel 2019. L’ “antependium” è quel rivestimento liturgico dell'altare, detto poi “pallium” o  “paliotto” ,che abbellisce la parte anteriore della mensa, quella rivolta verso l’assemblea dei fedeli. Il paliotto potrebbe essere considerato come la continuazione decorativa di quella tovaglia sontuosa che arreda l’altare, la mensa comune che fa dei partecipanti al banchetto/sacrificio un popolo solo, chiamato dalla voce di Dio, unito nella stessa fede. L’opera è ricca di significato e simbologia, nulla è posto a caso dall’artista: le campanule selvatiche, i garofani rossi, le spighe di grano, l’uva e le margherite che fuoriescono dai due “simil calici” posti ai lati (realizzati con delle grottesche), come anche il monogramma centrale rosso con il trigramma “IHS”: nomen sacrum che è la trascrizione latina dell’abbreviazione del nome greco di Gesù, interpretato come la sigla delle parole Iesus Hominum Salvator. Ultimo, ma non ultimo elemento è la ROSA, emblema dell’abito tradizionale di Sennori, fiore che per anni, la maestra di pittura “Antonietta Sircana” (rinomata nell’isola negli anni 70/90) faceva dipingere incessantemente Simona, fin dall’età di circa 9 anni.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo