Sequestrati ad Alghero giocattoli e prodotti non conformi agli standard di sicurezza europei

Alghero. In applicazione del Protocollo d’intesa siglato il 9 ottobre 2020,  da ADM Direzione Territoriale per la Toscana,  la Sardegna e l’Umbria e Comune di Alghero, finalizzato all’accertamento di violazioni in materia di diritti di proprietà intellettuale e di sicurezza dei prodotti, i funzionari doganali di Sassari e della Sezione operativa di Alghero, unitamente al Capitano e agli Agenti del Nucleo Tutela del Consumatore del Comune di Alghero, hanno effettuato un’operazione antifrode presso un punto vendita ubicato nella cittadina catalana.
L’attività ha portato al sequestro di 120 articoli, prevalentemente giocattoli, compresa una maschera boccaglio (d.p.i.), sprovvisti della necessaria marcatura CE e di avvertenze in lingua italiana, che a vario titolo violano le normative in materia di sicurezza dei prodotti destinati ai bambini e la normativa europea di cui al Reg. UE 2016/425.
Pertanto, è stato disposto il sequestro amministrativo, ai sensi dell’art 13 della Legge n. 689/81 con sanzione amministrativa che va da un minimo di 1.500 euro a un massimo di 10.000 per aver posto in commercio sul territorio nazionale giocattoli non conformi agli standard di sicurezza e da 3.000 euro a 18.000 euro per il d.p.i., ai sensi dell’art. 14, D. Lgs. 475/1992.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo