Alghero, la società Eco Opera per la seconda volta vittima di un incendio. Parte una raccolta fondi

“Roberto Fadda e Federica Carcangiu si sono ritrovati, per la seconda volta, coinvolti in un gravissimo atto criminoso”. Così scrive Emanuele Monti sulla piattaforma GoFundMe, dove ha fatto partire una raccolta fondi a supporto di Eco Opera Srls, società di Alghero che si occupa del recupero di rottami ferrosi e metalli, ancora vittima di un incendio.

“La prima volta - racconta - nel 2019, il colpevole fu trovato ma niente fu risarcito ai due giovani che si dovettero rimboccare le maniche e lavorare sodo per pagare un mezzo mai utilizzato”.

“Il 13 maggio 2022 - scrive - un nuovo affronto. Non solo è stato incendiato, all’interno del loro capannone, un nuovo mezzo che avevano utilizzato solo due volte, ma anche tutta la strumentazione necessaria per l’attività come computer, stampante, sedie, condizionatore, eccetera”.

“In attesa che le forze dell’ordine portino a compimento le indagini - spiega Emanuele -  vogliamo dare il nostro contributo per dimostrare quanto Alghero sia stanca di leggere queste notizie sui giornali e di come la collettività voglia aiutare dei grandi lavoratori a rialzarsi più forti di prima”.

“Questa raccolta - conclude - potrà aiutare la coppia a riacquistare nell’immediato le prime cose necessarie per riprendere l’attività lavorativa”. La raccolta, già arrivata a mille euro, è raggiungibile al link https://gf.me/v/c/5ft6/aiutiamo-ecoopera-a-rialzarsi



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo