Sassari, mercoledì la proiezione di Àrbores - La storia perduta degli alberi della Sardegna

Sassari. Presentato in anteprima assoluta al prestigioso Festival CINEMAMBIENTE di Torino, lo scorso 2 ottobre, il film del regista nuorese Francesco Bussalai, viene presentata a Sassari il 25 maggio 2022.
Nel documentario, della durata di 62', la storia del feroce e (quasi) totale
disboscamento della Sardegna, voluto dai Piemontesi e avvenuto nel 1800, viene
raccontata dal punto di vista di un singolo bosco, quello del Monte Ortobene di Nuoro.
Le fotografie (fornite dalla casa editrice Ilisso), ci mostrano la Sardegna fra la fine dell‘800 e i primi del ‘900: pochissimi e sparuti alberi resistettero all’invasione dei taglialegna venuti dalla Toscana e dal Piemonte.
I racconti di Grazia Deledda fanno da contrappunto alla storia narrata dallo scrittore Fiorenzo Caterini, autore del libro COLPI DI SCURE E SENSI DI COLPA (storia del disboscamento della Sardegna, dalle origini a oggi): una storia ancora troppo poco conosciuta, a cui il WWF di Sassari vuole dare voce e vuole “raccontare” ai ragazzi delle scuole di Sassari.
Mercoledì 25 maggio alle ore 21.00, al cinema Cityplex Moderno.
Matinée per le scuole, con circa 300 ragazzi delle scuole di Sassari che saranno presenti alla proiezione del film e al successivo incontro con il regista.
Prenotazioni al cinema.
Per la mattina ci sono ancora alcuni posti disponibili per le scuole.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo