A Sassari la “Gara Nazionale! Manutenzione e Assistenza Tecnica”

Sassari. L’occasione di incontro?
L’organizzazione, a cura dell’IIS “Pellegrini” - IPIA di Sassari del dirigente scolastico Paolo Acone dell’edizione 2022 della “Gara Nazionale! Manutenzione e assistenza tecnica”.

I vincitori?
Cristian Palumbo, IIS “Dalla Chiesa Spinelli” di Omegna, davanti a Erik Branch (Istituto Orfanotrofio Salesiano Don Bosco di Chatillon) e Valerio Carbonetti, audente dell’IIS “De Amicis Cattaneo” di Roma. I tre studenti hanno espresso grande gioia e soddisfazione per il coinvolgimento e l’opportunità ricevuta grazie all’invito dell’IPIA di Sassari: hanno scritto una piccola ma importante pagina del loro presente, proiettandosi verso un futuro che - per gli operatori specializzati di settore - si prospetta roseo e ad altissima percentuale occupazionale.

Oltre 100 gli istituti superiori coinvolti, 12 quelli che hanno accettato di partecipare e sfidarsi (sportivamente e in chiave crescita comune) in un contest all’ultima riparazione, in bilico fra meccanica e meccatronica, iniziativa fortemente voluta dalla dirigenza della scuola sassarese e organizzata, con il plauso del Ministero dell’Istruzione, grazie all’impegno del professor Antonello Brunu, grazie alla perizia del comunicare tecnologico messa in campo dallo staff del regista Michele Galliani, al prezioso supporto del marchio Toyota e al fondamentale sostegno della Mereu Auto.

Punto di ritrovo? La piattaforma online Webex, con YouTube a veicolare le immagini. Unico sardo in corsa Angelo Gregu, dell’IIS “Satta” di Macomer.

L’organizzazione della gara ha fatto base presso l’IPIA Lab, ove è stata allestita una vera e propria regia che ha messo in connessione e collegamento 13 scuole sparse per l’intero territorio italiano, dirigenti scolastici, tutor, studenti e studentesse e graditi ospiti chiamati a dare il loro contributo allo scambio di idee ed al dibattito.
L’IPIA padrona di casa ha infatti dedicato un momento ad hoc di ogni singola mattinata al dibattito aperto. Due le tematiche proposte: “Occupabilitàn el segmento manutenzione post vendita autoveicoli: quale futuro con le nuove tecnologie? Dalla meccanica alla Meccatronica” e “Riforma dei Professionali. Ruolo Strategico dei Piani Formativi individualizzati. Il Curriculum dello studente”. Una scaletta fissata al millesimo, inframezzata da sigle e video programmati ad hoc per “spezzare” il ritmo e raccontare ai pur virtuali ospiti d’oltre Tirreno la Sardegna e le sue peculiarità. Ad animare la scena, scambiando punti di vista e spunti di riflessione rappresentanti del Ministero dell’Istruzione (Carla Galdino), di Toyota Sassari (Paola Mereu e Michele Nerone), di USR Sardegna (Elisabetta Cogotti - purtroppo assente - e Attilio Giorgi che ha annunciato in diretta streaming i vincitori del contest), dell’USR (Anna Rita Vizzari, delegata Miur Pnsd), della Camera di Commercio di Sassari (Paola Grimaldi), di Toyota (Fabio Fortini, After Sales Training Specialist).

Nello specifico, erano rappresentati il “Satta” di Macomer (unica sarda in gara), il “Ferraris” di Settimo Torinese, il “De Franceschi Pacinotti” di Pistoia, l’ISI di Castelnuovo di Garfagnana, l’IPIA Orfanotrofio Salesiano Don Bosco di Chatillon, l’IPSIA di San Benedetto del Tronto, il “Dalla Chiesa Spinelli” di Omegna, il “Verona-Trento” di Messina, “Guala” di Bra, il “Piersanti Mattarella” di Castellammare del Golfo, il “Satta” di Macomer, il “De Amicis-Cattaneo” di Roma e il “Giorgi” di Verona. A tutti loro, ai dirigenti scolastici, ai docenti tutor, agli studenti, allo staff operativo il grazie dell’IPIA che, oltre all’esperienza emozionale derivante dall’organizzazione (riuscita) della due giorni, porta a casa la soddisfazione per una sfida accettata, e vinta nel segno dell’innovazione e del coinvolgimento.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo