Sassari, vandalizzata la targa dedicata ai rivoluzionari angioyani, la condanna de Sa Domo de Totus

Sassari. Lo scorso 28 aprile, alcune associazioni: Sa Domo de Totus, Piantumiamo, Arvures e Assemblea Natzionale Sarda, hanno voluto ricordare con una targa gli otto rivoluzionari angioyani impiccati. Riportiamo oggi la notizia relativa all'imbrattamento della suddetta targa.
La condanna dell'associazione Sa Domo de Totus è ferma e chiara:

«Una mano anonima ha vandalizzato la targa, posta lo scorso 28 aprile, in memoria degli 8 rivoluzionari angioyani impiccati a causa delle loro lotta per una Repubblica sarda libera da Savoia e feudatari.
Sa Domo de Totus, insieme a Piantumiamo, Arvures e Assemblea Natzionale Sarda aveva pulito la parte aperta al pubblico dell'ex orto botanico, in via Repubblica romana, ormai trasformato in una discarica a cielo aperto.
Sta nella natura delle cose che in tutte le realtà, caratterizzate dall'abbandono e dall'oblio, c'è sempre chi costruisce e chi distrugge.
Questo gesto miserabile non ci farà certo passare la volontà di ricostruire la comunità verde, giusta e memore della sua lingua e storia di cui Sassari ha bisogno.
Semper a inantis!»
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo