Inizia oggi il triduo di Pasqua
Stasera la lavanda dei piedi

di Michele Spanu | Twitter: @MicheleSpanu84
 (foto: Comune.sassari.it)
(foto: Comune.sassari.it)

SASSARI. Inizia oggi il triduo pasquale: tre giorni di celebrazioni che culmineranno con la domenica di Pasqua. Si tratta di momenti fondamentali per la fede cristiana, durante i quali si rivivono i momenti più importanti della vita di Cristo: la sua ultima cena e la sua passione, fino alla morte e alla risurrezione. Anche Sassari è pienamente coinvolta nei riti, con celebrazioni tipiche e suggestive, che in molti casi portano ancora con sé le tracce del dominio aragonese in città.

Giovedì santo. Durante la mattina, tutti i sacerdoti della diocesi di Sassari sono impegnati a celebrare la messa crismale con il vescovo, alle 10 nella cattedrale di San Nicola. Verrà consacrato il "crisma", l'olio speciale che viene utilizzato per le cresime e per i battesimi. Alle 18.30 nella chiesa della Santissima Trinità, la celebrazione "In coena Domini", durante la quale si rivivrà l'ultima cena. Il sacerdote laverà i piedi di dodici fedeli, in memoria del gesto di Cristo, il quale volle lavare i piedi ai suoi discepoli come ultimo gesto prima di essere arrestato. Alle 20, l'adorazione dei "sepolcri" in tutte le chiese della città: un'ora di veglia davanti all'altare della reposizione per ricordare gli ultimi istanti di vita del Messia.

Venerdì santo. È il giorno in cui si ricorda la crocifissione e morte di Cristo. Non viene celebrata nessuna messa, ma il simbolo più importante della giornata è la Via Crucis. Nella chiesa della Santissima Trinità, alle 17.30, ci sarà una breve azione liturgica; subito dopo si snoderà una suggestiva Via Crucis con antichi canti intonati dai confratelli. La processione passerà in tutte le principali vie del centro di Sassari e si chiuderà nella chiesa di san Giacomo.

Sabato santo. Giorno dedicato al silenzio e alla riflessione. Non viene celebrata nessuna messa.

Domenica di Pasqua. Il giorno della risurrezione di Cristo è per definizione la festa più importante della fede cristiana. Tutte le confraternite della città si raduneranno in piazza Mazzotti, per l'incontro tra il simulacro di Gesù risorto e la Madonna. Subito dopo, i confratelli e i fedeli si dirigeranno in processione nella cattedrale di san Nicola, dove l'arcivescovo, Paolo Atzei, presiederà la solenne messa di Pasqua.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Comune.sassari.it)