Domenica all’Argentiera presentazione del nuovo spazio Scala

Domenica 10 luglio alle 19 sarà inaugurato all'Argentiera il progetto “Scala”, ideato e realizzato da LandWorks & Tellas con la partecipazione attiva della comunità locale e numerosi volontari. Lo spazio, un tempo in degrado e abbandono, è stato trasformato in uno spazio pubblico, aperto e inclusivo, accessibile e flessibile, dedicato alla cultura e all’apprendimento, alla relazione e condivisione, socialità e confronto, che ospiterà spettacoli teatrali e rassegne cinematografiche, mostre e conferenze, feste e concerti, eventi ricreativi e sportivi. All’evento pubblico saranno presenti esponenti della Giunta comunale, gli ideatori e curatori del progetto, studenti universitari che hanno partecipato fattivamente, e alcuni partner che animeranno lo spazio nelle prossime settimane.

MAR - Miniera ARgentiera | The Unlimited Place” è un progetto partecipato che mira alla valorizzazione e rivitalizzazione dell’antico complesso minerario dell’Argentiera. Nasce dalla volontà di lavorare con il patrimonio, riconquistando il possesso dei lasciti in dismissione e abbandono come opportunità, appunti sui quali è possibile riscrivere nuove storie e una nuova identità.

Selezionato tra le 1563 candidature da tutta Italia, “MAR-Miniera ARgentiera | The Unlimited Place” è stato tra i 37 i vincitori della terza edizione del Premio “Creative Living Lab”, promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea (DGCC) del Ministero della Cultura per il sostegno di progetti multidisciplinari e di innovazione sociale, che abbiano come obiettivo la creazione e la riqualificazione di spazi di prossimità, per un importo di 50mila euro.

Il progetto è ideato e diretto da LandWorks e Comune di Sassari, in collaborazione con la Fondazione Sardegna Film Commission, DADU- Dipartimento di Architettura, Design e Urbanistica - UniSS, Sardegna Teatro, Bepart, Univer PPG, GCR ponteggi, con il contributo del Dipartimento di Storia, Scienze dell'Uomo e della Formazione dell’Università degli Studi di Sassari e della Fondazione di Sardegna.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo