Giovedì 14 luglio la presentazione del libro di Marco Peano "Morsi"

Sassari. La Libreria Azuni, in collaborazione con Foto Digital Discount, organizza la presentazione del libro di Marco Peano "Morsi" (Bompiani).
Dialoga con l'autore Emiliano Longobardi.
Appuntamento per giovedì 14 luglio, alle ore 18.30, nel Patio esterno Foto Digital Discount (Viale Mancini n.17a)

Il nuovo romanzo dell'apprezzatissimo autore de L'invenzione della madre.
“La zona più oscura, quella a stretto contatto con la loro anima, dovevano ancora indagarla”
Un romanzo lucido e terribile, divertito e tagliente, che si misura con i grandi temi – la paura, la crescita – e reinventa le regole del gioco. Una storia sulla fatica di cavarsela in un mondo a misura di adulti, quando gli adulti escono di scena e ti lasciano solo.

La presentazione di Morsi è il primo di sei appuntamenti dedicati al fantastico, che proseguiranno nelle prossime settimane e i cui ospiti verranno svelati di volta in volta.

L'AUTORE
Marco Peano è nato a Torino nel 1979, ed è editor di narrativa italiana per la casa editrice Einaudi. Ha pubblicato nel 2015 il suo primo romanzo, L’invenzione della madre (minimum fax), un successo di critica e di pubblico, Premio Volponi opera prima e Premio Libro dell’anno di Fahrenheit.

IL LIBRO
Tutto ha inizio con una ragazzina che gioca nella neve. Si chiama Sonia, sono le vacanze di Natale del 1996 – quelle della grande nevicata – e lei deve passarle suo malgrado a casa della nonna. Siamo a Lanzo Torinese, un paesino di mezza montagna dove ogni cosa sembra rimasta ferma a cinquant’anni prima. Compresa la casa cigolante e ingombra di mobili in cui vive nonna Ada, schiva, severa vecchia che nella zona ha fama di guaritrice (ma chissà, forse è altro), per la quale Sonia prova un affetto distante. La scuola ha chiuso prima del previsto a causa di quello che tutti chiamano “l’incidente”: la professoressa Cardone, acida insegnante di italiano, si è trincerata nella sua aula e durante una lezione – di fronte a una classe segregata e terrorizzata – ha fatto qualcosa di indicibile. Qualcosa che adesso, mentre Lanzo un po’ alla volta si svuota per via delle feste e dell’incessante vento ghiacciato, sembra riguardare tutti gli abitanti. Toccherà a Sonia, insieme al suo amico Teo, ragazzino di famiglia contadina educato alla voracità, affrontare l’incubo in cui sono precipitati. Complici per forza, Sonia e Teo si avventurano nel biancore accecante della neve col distacco curioso di chi non ha pregiudizi e forse proprio per questo può sperare nella salvezza. Ma che cos’è la salvezza? Andar via, cambiare vita? O restare e tentare di resistere?
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo