Guardia Costiera di Alghero, sequestri e denunce per occupazione abusiva degli arenili

Alghero. Nell’ambito delle complesse e delicate operazioni di polizia demaniale inserite all’interno dell’attività denominata “Mare Sicuro 2022”, disposta dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, finalizzata a contrastare il fenomeno dell’occupazione abusiva delle spiagge e al rispetto dell’ordinanza di sicurezza  balneare, il personale appartenente al Nucleo di Polizia Marittima della Guardia Costiera di Alghero ha effettuato, nei giorni scorsi, mirate operazioni di polizia demaniale lungo il litorale di giurisdizione, procedendo al sequestro di 109 lettini da spiaggia, 41 ombrelloni ed ulteriore materiale che occupavano circa 350 mq di pubblico demanio marittimo.
 
I Militari hanno provveduto, in aggiunta al sequestro dell’attrezzatura, a deferire all’Autorità Giudiziaria gli autori dell’attività illecita per il reato di abusiva occupazione del pubblico demanio marittimo.
 
I controlli svolti dal personale in borghese della Guardia Costiera di Alghero, oltre a portare alla luce una serie di irregolarità legate all’occupazione indebita delle spiagge, hanno permesso, inoltre, di elevare sanzioni amministrative per un ammontare totale di euro 3.096 per il mancato rispetto della vigente Ordinanza di sicurezza balneare.
 
Il Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Alghero, Tenente di Vascello Giuseppe TOMAI, sottolinea che le attività di controllo, da parte del personale della Guardia Costiera di Alghero coordinata dal Direttore Marittimo della Sardegna settentrionale C.V. (CP) Giovanni CANU, proseguiranno al fine di scongiurare il fenomeno dell’occupazione abusiva degli arenili nonché assicurare il rispetto della vigente ordinanza di sicurezza balneare.

Nota: nel pdf allegato all'articolo sono visibili le immagini delle operazioni
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo