Carcasse di auto rubate e rifiuti speciali:il Corpo Forestale scopre un deposito totalmente illecito

 (foto: Corpo Forestale)
(foto: Corpo Forestale)
Il Giudice per le indagini preliminari del  Tribunale di Cagliari  ha disposto l' arresto  nei confronti di una persona  ritenuta responsabile dei  reati di  gestione illecita di rifiuti, realizzazione di discarica abusiva, riciclaggio, invasione di terreni e fabbricati, violazione di sigilli.

I FATTI

A seguito di una indagine condotta dalla stazione Forestale di Uta, si è accertata  la presenza di una vasta  discarica sia a cielo aperto che all’interno di capannoni, in un sito industriale in loc Macchiareddu - Assemini,  di proprietà di una società inconsapevole dell'uso illecito.  La  discarica risulta  composta da  ingenti quantitativi di  residui di motori e   carrozzerie  di auto nonché da  residui di  vernici per auto.

A seguito di un’accurata indagine col supporto di apparecchiature videosorveglianza,  si è accertato che il capannone era in uso  da parte di un soggetto, risultato titolare di una vicina officina meccanica,   che alimentava la discarica conferendo  continuamente rifiuti, anche dopo che l'area era stata sottoposta a sequestro.

Verificando la provenienza di alcune carcasse di  auto presenti nella discarica, si è accertato che   le medesime derivavano da furti di autoveicoli.
Il presunto responsabile  è A.P. 48 anni   pregiudicato   di Cagliari, al quale  sono stati contestati oltre ai reati ambientali  di gestione illecita di rifiuti e di realizzazione di discarica abusiva, anche il  riciclaggio, l’invasione di terreni e fabbricati nonché la violazione di sigilli, per i quali sono previste pene sino a 12 anni di reclusione.

L’ARRESTO
Ieri  il personale della Stazione forestale di Uta e  del Nucleo Investigativo dell’Ispettorato di Cagliari ha dato esecuzione alla misura cautelare degli arresti domiciliari  disposta dal Giudice per le Indagini Preliminari Dott.ssa Elisabetta Pitritto,  su richiesta del Pubblico Ministero dott Andrea Vacca, il quale ha coordinato le indagini.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Corpo Forestale)