Santa Teresa di Gallura, carabiniere salva padre di due figli

Voleva lanciarsi nel vuoto, ma l'intervento dei Carabinieri è stato provvidenziale. Un 36enne, padre di due figli, ha pensato di farla finita lanciandosi da un balcone dell’abitazione afittata per le vacanze estive nella piccola frazione di San Pasquale, a Santa Teresa di Gallura.
Domenica mattina ha squillato il 112. Erano circa le 11.30 quando i Carabinieri sono intervenuti per una lite in famiglia. Qui hanno trovato l'uomo in piedi sul parapetto di un balcone al terzo piano dell’abitazione estiva, ad una altezza di circa 25 mt. I Carabinieri dell’aliquota radiomobile della Compagnia di Tempio Pausania, interventui nell’immediatezza, sin da subito hanno provato ad avvicinarsi. In un primo momento, l'uomo non voleva sentire ragioni e ha chiesto che nessun altro si avvicinasse. Ma dopo essere stato convinto, ha fatto venire avanti solo un carabiniere con cui ha instaurato un dialogo: i problemi familiari e di salute sono stati la causa del gesto. Il militare è subito entrato in empatia sul balcone per tranquillizzare l’uomo ed accorciare le distanze. Hanno iniziato a parlare dei figli, dei problemi reciproci, dell’importanza del ruolo del padre e del vuoto che quel gesto estremo avrebbe lasciato. L'uomo ha così rinunciato a quella decisione per non lasciare soli i due figli. Subito dopo l’abbraccio ed il conforto del carabiniere e’ stato affidato alle cure dei sanitari.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo