Concorso Laore, l'Assessore Satta dà il benvenuto ai neoassunti

Trentadue nuovi assunti nell’amministrazione regionale dalla graduatoria del concorso Laore. Fanno parte di 50 idonei che di qui al 1° ottobre verranno assunti, a tempo indeterminato, colmando gravi carenze di personale. L’Assessore degli Affari Generali, Personale e Riforma della Regione li ha incontrati questa mattina nella sala conferenze della Biblioteca Regionale per dar loro il benvenuto.

“Siamo orgogliosi – afferma l’assessore Satta – di dare il via alle assunzioni degli idonei di Laore, come previsto dal Piano del Fabbisogno del Personale. Queste assunzioni sono il frutto di una scelta politica chiara ovvero far scorrere le graduatorie vigenti, mediante un finanziamento da parte della Regione, per reperire le risorse umane già idonee e sopperire così in tempi rapidi ai vuoti professionali”

“È un punto fermo per il mio assessorato e per questa Giunta – ha precisato Satta – continuare a bandire nuovi concorsi per portare nuove professionalità e far funzionare in maniera sempre più efficace ed efficiente la macchina regionale. Ricordiamo che i concorsi erano fermi da circa diciotto anni. Al momento però è altresì nostro impegno continuare a pescare gli idonei dalle graduatorie già in essere, quali sono quelle di Laore ed Aspal.

Tra i criteri di assegnazione per le nuove professionalità si è anche tenuto conto della residenza degli idonei, portando così nuovo personale ai distretti territoriali che ne necessitavano, e al contempo facendo in modo di non allontanare le persone dai propri territori di provenienza. In ragione di questa scelta anche numerosi Comuni stanno attingendo dalle graduatorie vigenti.

I vincitori presenti oggi alla conferenza di benvenuto hanno trovato impiego in numerose direzioni generali della regione, tra cui le DG Innovazione, Politiche Sociali, Personale, Agricoltura, Sanità, Lavoro, Ambiente, Lavori Pubblici, Industria, Turismo, Lavoro, Urbanistica, Trasporti, Enti Locali, Servizi Finanziari , Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Presidenza, nonché presso il Centro Regionale di Committenza, il Distretto idrografico e ENI CBC MED.

“Procederemo adesso con il concorso per i dirigenti e quello per il corpo forestale. Ricordiamo inoltre – ha concluso l’assessore Satta – che da queste graduatorie erano già stati assunti anche 5 veterinari, 4 dei quali sono stati impiegati nella direzione generale della Sanità, e 1 presso l’Assessorato dell’Ambiente.  Ma c’è ancora necessità di biologi per il distretto idrografico e per la costituzione dell’Istituto della Fauna dell’assessorato dell’ambiente, un progetto importante che aspetta di prendere forma dal 1998. Ci saranno nuove opportunità anche per altri informatici, ingegnerie e altre figure. Pertanto continueremo sulla strada dei concorsi per permettere alla Regione Sarda di crescere e di evolversi”.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo