Sassari. Arrestato dalla Polizia di Stato un 44enne di Sant'Orsola per maltrattamenti in famiglia

All'1.30 di ieri, nel quartiere di Sant’Orsola a Sassari, un equipaggio della Sezione Volanti, ha arrestato un individuo di 44 anni, che dopo aver fatto rientro ubriaco nell’abitazione dei genitori, a seguito dei loro rimproveri, li ha minacciati di morte e devastato gli arredi e gli infissi nel loro appartamento costringendoli ad abbandonarlo.
L’uomo, dopo aver lanciato in strada numerosi oggetti in direzione degli stessi genitori, tra cui due bombole di gas e due televisori che hanno danneggiato tre veicoli in sosta, alla vista degli agenti intervenuti si è barricato in casa.
Dopo qualche minuto, gli operatori sono riusciti ad entrare nell’abitazione e, al fine di far cessare lo stato di agitazione del soggetto,gli hanno intimato di far uso della pistola ad impulsi elettrici, pur di farlo desistere.
L’avviso di un possibile utilizzo dell’arma elettrica ha fatto desistere l’uomo dal proseguo delle sue azioni. L’uomo è stato quindi tratto in arresto per il reato di maltrattamenti in famiglia e condotto all’udienza per direttissima, dove è stata disposta la custodia cautelare in carcere presso la locale casa circondariale di Bancali.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo