Accoltellamento di Marinella, fermato un giovane romano con precedenti

Olbia. I Carabinieri della Stazione di Porto Rotondo e della Sezione Operativa del NORM del Reparto Territoriale di Olbia, con il concorso di quelli della Sezione Radiomobile e della Stazione di Porto Cervo, al termine di una incessante e sinergica attività info-investigativa e dopo ininterrotte ricerche, nella tarda mattinata di ieri hanno individuato e sottoposto a fermo di indiziato di delitto il presunto autore dell'accoltellamento della notte del 14 agosto a Porto Rotondo.
Si tratta di un giovane rapper e influencer romano di 25 anni, con diversi precedenti, che sarebbe rimasto coinvolto nei fatti accaduti all’esterno di un locale di Marinella, dove diverse persone si rendevano a più riprese protagoniste di scontri, venendo ripetutamente alle mani e affrontandosi nell’area dei parcheggi sul retro dei locali della nota località di villeggiatura. Ancora da chiarire il ruolo del ragazzo nelle dinamiche delle liti, che sarebbe intervenuto per spalleggiare alcuni giovani romani a cui si era aggregato nel corso della serata e che diversi testimoni hanno indicato come l’autore dell’accoltellamento.
Dopo i fatti il rapper si era reso irreperibile già da subito, trovando ricovero in un alloggio a Cannigione, ma è stato rintracciato in un hotel di Porto Cervo, ospite di un amico, da dove è stato prelevato.
Il fermo è stato concordato d’intesa con il Procuratore della Repubblica di Tempio Pausania, Dott. Gregorio Capasso, che è stato interessato sin da subito dell’episodio e che ha coordinato le attività.
Condotto inizialmente presso il Reparto Territoriale per le formalità di rito del fotosegnalamento, il giovane è stato trasferito in carcere a Sassari Bancali. Su di lui pende l’accusa di tentato omicidio.

Controllo straordinario del territorio per il Ferragosto

“Ferragosto sicuro” è stata la parola d’ordine che ha indirizzato l’azione del Comando Provinciale di Sassari nello scorso fine settimana.
La presenza straordinaria di turisti ha necessitato di un’altrettanto cospicua presenza di forze in campo. Per questo il Comandante Provinciale, colonnello Dionisio De Masi, ha disposto l’intensificazione dei servizi di controllo del territorio tra sabato 14 e lunedì 16, mettendo in circuito 358 pattuglie e perlustrazioni con 738 militari impiegati. Questo non considerando i numerosi servizi di ordine pubblico in occasione di concerti, feste e sagre.
3 persone sono state arrestate e più di 20 denunciate per vari reati. Numerose le patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza.


Foto indicativa dell'Arma
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo