Il Maestrale bacia la Sardegna: alla Marinedda inizia la festa del surf

Isola Rossa (Trinità d'Agultu). Prima una brezza leggera, da qualche ora un vento fresco e intenso: il maestrale ha fatto finalmente capolino sulle coste della Sardegna e, oltre ad aver dato sollievo dopo un’estate particolarmente calda, ha dato il via anche alla festa del surf della Marinedda. Domenica e lunedì, tra le acque cristalline dell’insenatura di Isola Rossa nel Comune di Trinità d’Agultu, si svolgeranno i primi due contest del Marinedda Surf Trilogy: il Nesos King of Grommets dedicato alle categorie juniores, e il Marinedda Longboard Contest dedicato ai longboard, le tavole lunghe più di 9 piedi (2,7 metri circa).

Festa, divertimento e agonismo assicurati: le manifestazioni in questa spiaggia ormai regno dei surfisti, e dal 2004 campo di battaglia per gare epiche con atleti di primo piano come Leonardo Fioravanti, Francisco Porcella ed Eric Rebiere, riprendono finalmente dopo due anni di stop. Grazie alla mareggiata appena arrivata sulla Sardegna, domenica e lunedì si svolgeranno due dei tre eventi in programma alla Marinedda con il patrocinio del Comune di Trinità d’Agultu. L’associazione sportiva Marineddabay che da vent’anni promuove il surf e lo sport nella baia, ha infatti chiamato il semaforo verde per 21 e 22 agosto, con inizio delle competizioni intorno alle dieci del mattino e un programma che alternerà sessioni di gara, free-surf, test di tavole e festa in spiaggia con musica.

Gareggeranno gli atleti del Nesos King of Grommets (categorie under 18, under 16, under 12, super grom under 10) e gli atleti che usano le tavole longboard con il Marinedda Longboard Contest: in questa categoria si potrà anche vincere una tavola Alibi. Il briefing è previsto per le nove del mattino, con chiusura iscrizioni alle 9.30. È ancora possibile mandare la propria adesione mandando una mail a contest@marineddabay.com.

“Questa è una perturbazione lunga e solida – spiegano dall’associazione Marineddabay – con tre giorni di scaduta potenziale. Chiamiamo a raccolta tutti gli amanti del surf, perché non saranno delle semplici gare ma degli eventi che hanno lo scopo di promuovere questa disciplina, lo spirito e le sensazioni che si vivono tra le onde. Per questo motivo durante il contest e in base alle condizioni del mare, lo spot della Marinedda sarà aperto a tutti per il free-surf: l’unica regola sarà rispettare sempre le priorità degli atleti in gara. Durante la due giorni della Marinedda si potranno testare i softboard Alibi (delle speciali tavole morbide), assaggiare la nuova birra marchiata MarineddaBeer e divertirsi con la musica, panini e bibite”.

Nelle prossime settimane si attendono novità anche per la gara regina: il Marinedda Short Open, che promette ovviamente scintille. “Aspettiamo una mareggiata diversa e più consistente”, spiegano dall’associazione, “che richiamerà lo stile che ci ha sempre contraddistinto, quindi onde grandi e grandi emozioni”. Proseguiranno intanto anche le attività dell’associazione, in particolare le Surf Experience con il Surf Camp, la scuola di surf e le attività legate al punto di riferimento Nesos Surf Shop.

in foto: Leonardo Fioravanti
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo