finale play off / legadue

Dinamo distratta e leggera in difesa
Veroli domina gara1: finisce 95-82

Martedì gara2
di Michele Spanu | Twitter: @MicheleSpanu84
Rowe contro Rossi (foto: Legadue/Ciamillo-Castoria/Renzi)
Rowe contro Rossi (foto: Legadue/Ciamillo-Castoria/Renzi)

SASSARI. La Dinamo paga un conto salato. Nonostante un'ottima rimonta nel finale, i biancoblù non sono riusciti a strappare la vittoria ai padroni di casa della Prima Veroli. Così la gara1 della finale termina con un 95-82. Si è sentita la mancanza di una difesa robusta nelle parti cruciali della gara, soprattutto nel secondo quarto. Quando, con la complicità di mille distrazioni di Rowe, Veroli ha sfiorato quasi venti punti di vantaggio. La Dinamo da parte sua ha recuperato negli ultimi dieci minuti. Ora con gara2, dopodomani, si capirà se la lezione è servita a qualcosa.

La diretta.

La sfida tanto attesa può iniziare. Gli avversari della Dinamo potranno contare sul supporto dei tifosi di Frosinone. I biancoblù, anche per questo, non dovranno mai perdere la concentrazione e per gli uomini di Sacchetti questa volta la gara si giocherà sulla capacità di recupare i rimbalzi.

Si parte. I primi due punti sono di Veroli. E il primo a reagire tra i biancoblù è Hubalek. I ritmi di gara sono impressionanti: in pochi minuti si arriva a 10 punti per parte. Una cosa è certa. Si sta vedendo dell'ottimo basket in entrambe le formazioni.

Veroli in vantaggio. 5. Arriva il primo time-out. I biancoblù cercano di reagire, ma sono ancora un po' latitanti dale parti del canestro. Rowe sbaglia una tripa e il rimbalzo va dritto dritto nelle mani degli avversari. Ivan Gatto decisivo in questa fase.

Mancano pochi minuti alla fine del primo tempo. Veroli continua a rimanere in vantaggio, che arriva fino a 10, anche grazie al grande supporto dei tifosi di Frosinone. Rowe regala un'altra palla a Veroli. A questo punto si spera che i regali finiscano perché non siamo ancora a Natale...

Un ottimo Binetti porta di nuovo la Dinamo nei pressi di Veroli. -5. Subito dopo siamo a 28-21 e il primo quarto si chiude così. Non è ancora un punteggio doloroso: la Dinamo c'è e sta giocando benone.

Ora però serve una riscossa. Kemp ci prova con le sue "bombe" ma finora la percentuale dei tiri da tre sbagliati supera quello dei tiri validi. Tra i giallorossi Charlie Foiera è carico come una molla. AAA. Serve anche tra i biancoblù qualcuno con la stessa grinta.

Rowe perde l'ennesima occasione sbagliando praticamente da solo un tiro da tre. Sacchetti chiede il break quando il punteggio inizia a essere doloroso, -12.

Gl ultimi minuti del secondo tempo iniziano con il 44-30, massimo vantaggio della squadra padrona di casa. Troppi errori della Dinamo. Rowe potrebbe essere più preciso, ma non ce la fa.

Per fortuna Devecchi sta salvando la situazione. L'unico protagonismo della Dinamo consiste nella capacità di procurarsi falli. Manca qualcosa. Si va all'intervallo lungo con il 52-40.

Arriva il momento di guardare le statistiche. Per Prima Veroli pochissimi errori tra i tiri da due: 18 su 21. Non è così per la Dinamo, che non sta giocando male ma sta pagando le conseguenze di un gioco poco concentrato. Soltanto 8 tentativi su 20 sono andati a centro. Il dato dimostra che il gioco c'è (parità di tentativi), ma i giocatori no. Nella ripresa serve una Dinamo versione 2.0.

Si riparte. Una bomba da tre di Gatto inizia a far male. Molto male. Time-out chiesto da Sacchetti per dire ai suoi: "Così non va". I giallorossi si confermano nel massimo distacco: +17.

Hubalek ai tiri liberi. Ma la squadra dov'è? Rowe si rivela più aggressivo, ma il gap a questo punto preoccupa. Mancano 15 minuti di gioco e 18 punti da recuperare.

La Dinamo inizia a recuperare le prime palle sotto canestro. E' un po' in ritardo questo risveglio. TRIPLA di Kemp! -12. Foiera velocissimo nel contropiede.

Il terzo periodo si chiude 77-61. La Dinamo ha ricominciato a rosicchiare il primato di Veroli grazie a un gioco di squadra degno di sé.

Ultimo quarto. Dinamo in attacco con Binetti e Rowe. Hubalek ha perso molto del suo smalto. La Dinamo però pian piano si riporta a -11. Manca poco al termine. Solo sette minuti. Difficile recuperare.

Difficile ma non impossibile. Contini ci riporta a -10. Veroli è un po' stanca in questo frangente e i biancoblù potrebbero dare una spallata. Ma Gigena non è d'accordo e li tiene lontani con un canestro micidiale.

Cinque minuti alla fine. Nonostante tanti errori di Veroli in difesa, la Dinamo riesce solo ad avere un fallo. Ci risveglia una BOMBA di Kemp da treeeee! Che ci riporta a -8! Ora questi ultimi minuti sono decisivi.

Kemp e Rowe ce la stanno mettendo tutta. Ricorrono al loro talento, ma forse sarebbe servito di più all'inizio della gara. Siamo all'89-79 a poco più di due minuti dal fischio finale.

La situazione diventa irrecuperabile a causa del cronometro. I giocatori smettono di crederci a 90 secondi dalla fine e i canestri di Veroli lo dimostrano. Finisce 95-82. Nell'aria tanta amarezza per gli uomini di Sacchetti. Ma c'è la consapevolezza di aver capito i nervi scoperti dei padroni di casa. Gara2 dimostrerà se questa lezione è servita.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Rowe contro Rossi (foto: Legadue/Ciamillo-Castoria/Renzi)
  • La grinta di Hines (foto: Legadue/Ciamillo-Castoria/Renzi)
  • Kemp contro Rosselli (foto: Legadue/Ciamillo-Castoria/Renzi)
  • Hines tenta di fermare Kemp (foto: Legadue/Ciamillo-Castoria/Renzi)
  • Binetti (foto: Legadue/Ciamillo-Castoria/Turrini)
  • Schiacciata di Hubalek (foto: Legadue/Ciamillo-Castoria/Renzi)