PALLAMANO

Verde Vita, si riparte da Bobrovnikova
Difficile la conferma del tecnico

di Daniele Giola
Il terzino della Città dei Candelieri, Olga Bobrovnikova (foto: Ufficio stampa Città dei Candelieri)
Il terzino della Città dei Candelieri, Olga Bobrovnikova (foto: Ufficio stampa Città dei Candelieri)

SASSARI. Il primo tassello della Verde Vita-Città dei Candelieri edizione 2010/2011 è Vladlena Bobrovnikova. La società sassarese ha fatto uno sforzo economico per bloccare il terzino sinistro russo che era richiesto non solo in Italia ma da diversi club francesi, tedeschi e naturalmente russi, come il Rostov.

Arrivata a Sassari in febbraio, Vladlena Bobrovnikova ha confermato le sue qualità anche nella massima serie italiana, risultando una delle migliori giocatrici straniere del campionato passato. Costante in attacco (media di 7-8 reti) e aggressiva in difesa, il terzino russo è stata fondamentale per conquistare la Coppa Italia e provare a raddrizzare nei play off una stagione costellata da gravissimi infortuni. La sua giovane età (23 anni non ancora compiuti) ne fanno una giocatrice dal futuro luminoso.

Soddisfatto il presidente Antonio Pes: «Per concludere la trattativa e trattenere la Bobrovnikova è stato fondamentale anche il suo ottimo ambientamento nella squadra e nella città di Sassari. Siamo soddisfatti perché viene considerata uno dei migliori prospetti Under 23 europei».

Allenatore. Per quanto riguarda il discorso del tecnico, la Verde Vita sta riflettendo sulla conferma di Koka Milatovic, ma l'allenatrice è legata ancora a una squadra di Cipro che aveva potuto lasciare temporaneamente nei mesi primaverili perché il campionato era concluso. La trattativa appare quindi complicata.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Il terzino della Città dei Candelieri, Olga Bobrovnikova (foto: Ufficio stampa Città dei Candelieri)