Vinyls, interrogazione parlamentare
In vista un bando internazionale

Martedì prossimo, 15 giugno, l'incontro a Roma
 (foto: SassariNotizie.com)
(foto: SassariNotizie.com)
PORTO TORRES. Ruota attorno alla riapertura degli impianti Vinyls l'interrogazione di questa mattina presentata alla Camera da Mauro Pili (Pdl) e Guido Melis (Pd) sulla vertenza e sulla trattativa di fatto ferma dopo il ritiro della multinazionale araba Ramco.

La risposta.
«Il Ministero dello Sviluppo economico sta concludendo l'istruttoria del programma di cessione presentato dai commissari - ha risposto il sottosegretario allo Sviluppo economico, Stefano Saglia- in vista di un rapido avvio di un bando di gara internazionale non escludendo la possibilità di riavvio delle attività Vinyls». «Il Ministero dello sviluppo economico - ha dichiarato inoltre Saglia - sta operando, assieme a tutte le parti interessate, per individuare ogni soluzione per la salvaguardia dell'occupazione, il rafforzamento e il rinnovamento del settore chimico in Italia, confermando l'impegno per una positiva e rapida soluzione della vicenda. A tal fine è stato convocato un tavolo di confronto con i sindacati e le regioni interessate per martedì prossimo 15 giugno».

Pili.
«Il riavvio degli impianti - ha sottolineato Pili - deve essere immediato e non si deve perdere altro tempo respingendo l'atteggiamento dilatorio dell'Eni che da una parte continua a dichiararsi disponibile ad una soluzione e dall'altra continua a bloccare ogni tipo di intesa. La vicenda della Vinyls, dopo la rottura della trattativa con la Ramco del Qatar è precipitata nella più totale inconcludenza con grave compromissione delle possibili soluzioni. Il riavvio degli impianti era stato reiteratamente preannunciato senza mai concretizzarsi e in tal senso lo stesso governo ha assunto impegni formali che risultano a tutt'oggi non attuati».

L'incontro e lo sciopero. Martedì prossimo, 15 giugno ci sarà l'incontro a Roma nella sede del ministero dello Sviluppo economico: convocati i tre commissari straordinari, i sindacati, le Regioni interessate (Sardegna, Veneto ed Emilia-Romagna). Sarà anche l'occasione per uno sciopero di 24 ore dell'impianto turrritano, una delegazione di operai di Porto Torres, Porto Marghera e Ravenna sarà nella capitale per portare le ragioni di una lotta che dura ormai mesi. Dopo l'occupazione, ancora in atto, della torre aragonese e gli oltre mesi trascorsi nell'isola dell'Asinara. Una protesta mediatica e virtuale che continua sul blog e sulla pagina di Facebook dell'Isola dei cassintegrati, in molti si chiedono: «Che fine ha fatto la politica?» e si rivolgono anche al presidente della Regione Ugo Cappellacci «Dove sei?». Il governatore non sta attraversando giorni e ore facili, proprio questa mattina il Pd ha chiesto le sue dimissioni in seguito alle indagine sul caso eolico. E pensare che a fine marzo in visita con la giunta regionale all'isola dell'Asinara aveva promesso una soluzione per la vertenza Vinyls entro due settimane.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: SassariNotizie.com)