hi-tech

iPad, una valanga di richieste
La Apple mania contagia tutti

Uno strumento utile per chi viaggia e vuole tenersi sempre informato
di Michele Spanu | Twitter: @MicheleSpanu84
iPad (foto: Archivio)
iPad (foto: Archivio)

SASSARI. Dalla Silicon Valley a Sassari. La mania dell'iPad, l'ultima creatura tecnologica della Apple, è arrivata anche in città direttamente dagli Stati Uniti. Nel punto vendita Open di via Roma è partita subito la corsa all'acquisto, e fin dal primo giorno di presentazione in tantissimi si sono presentati alle 9 del mattino per accaparrarsi il gioiello multifunzione della Apple. Non ci sono stati file lunghe file dall'alba, come in America e nelle grandi città italiane, ma i rivenditori confermano che la mania è già entrata nel sangue dei sassaresi. Fabrizio Loddo, titolare dei punti vendita Open di Sassari e Cagliari, è rimasto sbalordito per il successo. «Non ci aspettavamo davvero così tante persone. Nei primi giorni abbiamo più che altro consegnato ordini già presi nelle settimana precedenti e ancora oggi siamo indietro con gli ordini». Loddo spiega che il pezzo che va più in assoluto è quello da 64 gigabyte, al costo di 799 euro.

Quanto succede a Sassari conferma una tendenza mondiale che sta portanndo miliardi di dollari alla Apple. In molti salutano questo nuovo oggetto come un miracolo, comodissimo per i libri e per i giornali, per chi deve unire lavoro, viaggio e navigazione su internet. Grazie al grande schermo ci si può portare dietro decine di libri e riviste, musica, foto, video. Tutto in formato tascabile, senza dimenticare che si può utillizzare anche come consolle per i videogiochi... I piloti di aereo, tanto per rendere l'idea, stanno testando i primi applicativi dell'iPad come per il voli di linea. I critici però si lamentano di alcuni difetti: scarsa durate della batterie, le memorie Ssd che si saturano velocemnte con qualche applicazione pesante e la mancanza di fotocamera. Infine il nome scelto fa sorridere soprattuto gli anglofoni: "pad" sono infatti gli assorbenti femminili.

Ma le vendite dimostrano che, nonostante tutto, anche questa volta quel genio di Steve Jobs ha colpito ancora. E a breve il successo continuerà con l'iPhone di quarta generazione, già presentato negli Stati Uniti, ma ancora top secret per quanto riguarda la data di lancio delle vendite. Anche questa riservatezza fa parte della Apple-mania.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • iPad (foto: Archivio)