indiscrezioni

Colpo di scena nel giallo di Bono
L'Unione: "Pietro Mulas è vivo"

SASSARI. Si infittisce il giallo sulla sorte di Pietro Mulas. L'Unione Sarda in edicola oggi afferma con certezza che l'imprenditore di Bono dato per scomparso è in realtà vivo. In un articolo del quotidiano cagliaritano appare un'altra, sconvolgente verità: Mulas non è stato rapito ma si nasconde quasi certamente in Sardegna. "Non è chiaro cosa abbiano captato gli inquirenti - si legge - è certo però che alcune settimane fa hanno avuto la certezza che l'imprenditore scomparso l'11 marzo, dopo un misterioso pestaggio del suo socio Tanino Nudda a Cagliari, non è morto. Nessun rapimento, dunque, e nessun omicidio".

La notizia, arrivata a Bono, suscita rabbia e perplessità. Rabbia per la sicurezza con cui L'Unione ha scelto di raccontare la vicenda, facendo dissolvere in poche righe una verità granitica che fino ad oggi si era sedimentata in paese: quella di Mulas rapito o addirittura morto già da tempo in circostanze misteriose, legate ai suoi affari. Ma ci sono anche perplessità. Tante perplessità sui motivi che avrebbero indotto Pietro Mulas a sparire volontariamente facendo credere a tutti di essere stato sequestrato o ucciso.

C'è ancora una montagna di dubbi da chiarire. L'unica cosa certa è che dopo un silenzio di mesi e mesi, questa vicenda ritorna in prima pagina. Gli inquirenti sono ancora alla ricerca di risposte, ma a questo punto non c'è più spazio per mezze verità. L'uomo manca da casa da oltre tre mesi, da quando a marzo si sarebbe recato a Cagliari assieme a un compaesano, Daniele Nudda, di 34 anni.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo