l'iniziativa di legambiente

Domenica tutti all'Asinara:
scatta l'operazione "spiagge pulite"

di Michele Spanu | Twitter: @MicheleSpanu84
La spiaggia di Cala Sabina (foto: Laura Spanu)
La spiaggia di Cala Sabina (foto: Laura Spanu)

SASSARI. Guanti, pettorine e cappellini: sono gli accessori per trascorrere una domenica veramente alternativa. Legambiente invita tutti i cittadini all'Asinara per la campagna di pulizie e di sensibilizzazione ecologica “Spiagge e Fondali Puliti”. L'evento si svolge per tutta la giornata di domenica 20 giugno lungo il litorale di Cala Reale. Sono stati invitati sindacati, politici, associazioni e, ovviamente, tutti i cittadini che vogliono contribuire alla pulizia di un'isola tra le più belle del Mediterraneo. L'obiettivo degli organizzatori non è soltanto quello di avere un'isola ancora più bella, ma soprattutto far conoscere le peculiarità dell'Asinara, sede dal 2002 di un parco nazionale di altissimo livello naturalistico.

La giornata inizia presto. Alle 8.30 la partenza dal porto di Porto Torres con sbarco a Cala Reale. Alle 10.30 inizio dell’attività di pulizia dell’arenile; alle 13 un buffet offerto dalla Pro Loco di Sorso e alle 17 l'imbarco e il ritorno a Porto Torres. I volontari di Legambiente forniranno gli accessori a quanti giungeranno sul posto per aiutare a raccogliere i rifiuti dall’ arenile fra Cala Reale e Trabuccato. L'evento si svolge in collaborazione con il Parco Nazionale dell’Asinara, il Comune di Porto Torres, i Lavoratori cassintegrati della Vinyls, il Gruppo Scout Agesci Sezione di Porto Torres e la Pro Loco di Sorso. Sarà un'occasione anche per scambiare qualche parola con i cassintegrati della Vinyls, che si trovano sull'isola da più di tre mesi in attesa di una soluzione alla loro vertenza.

La manifestazione fa parte del programma "Clean Up The Med": un progetto che prevede la pulizia generale delle coste del Mediterraneo per per liberarle dai rifiuti abbandonati e restituirle alla loro originale bellezza. Un gesto di grande civiltà che ogni anno coinvolge tantissimi volontari in ben 1.500 località costiere bagnate dal "mare nostrum": dall’Italia all’Algeria, dalla Palestina al Portogallo, da Cipro fino alla Turchia.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • La spiaggia di Cala Sabina (foto: Laura Spanu)