Alghero, Giuseppe Vittorio Liperi
nuovo direttore dell'unità di anestesia

di Francesco Bellu
 (foto: Ufficio stampa Asl Sassari)
(foto: Ufficio stampa Asl Sassari)

ALGHERO. Giuseppe Vittorio Liperi è il nuovo direttore della l’Unità operativa complessa di Anestesia e terapia subintensiva dell’ospedale civile della Riviera del Corallo. Nei giorni scorsi ha siglato il contratto con il direttore generale dell’Asl di Sassari Marcello Giannico. La sua esperienza di medico anestesista inizia negli ospedali algheresi e adesso, dopo quasi trentadue anni di esperienza lavorativa, ritorna in città per dirigere la struttura situata al quarto piano dell'ospedale in via don Minzoni.

La sua nomina rientra quindi all’interno dell’attività che vede la direzione aziendale impegnata a eliminare le precarietà gestionali, attraverso l’identificazione dei responsabili delle varie strutture aziendali. Liperi, 59 anni, sposato con un figlio, sostituisce infatti la Giovanna Puliga andata in pensione di recente.
È il coronamento di una lunga carriera che lo ha visto prima arrivare ad Alghero e poi partire per la Maddalena, quindi ritornare a Sassari nell’Unità operativa complessa di Anestesia e rianimazione del Santissima Annunziata, diretta da Demetrio Vidili, dove ha svolto gran parte della sua attività. «In questi anni – afferma – abbiamo assistito alla trasformazione della specialità in una branca all’avanguardia, oltre alla sua proiezione sul territorio aziendale». Giuseppe Vittorio Liperi, sotto la direzione di Demetrio Vidili, a Sassari ha avuto occasione di fare esperienza infatti nella gestione dei pazienti cronici che vengono “ospedalizzati” a proprio domicilio.

Il nuovo incarico lo vede impegnato nella gestione dei servizi di anestesia di due presidi ospedalieri algheresi, del Civile e del Marino, nonché nella gestione dell'emergenza intraospedaliera, con annessa responsabilità della centralizzazione dei pazienti critici all'ospedale di Sassari.
Anche ad Alghero si occuperà della gestione di pazienti cronici in ospedalizzazione domiciliare e, proprio in questi giorni, è stata attivata la gestione autonoma del primo caso da parte del presidio ospedaliero di via Don Minzioni, che vedrà impegnato giornalmente personale infermieristico e un medico per due volta a settimana.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Ufficio stampa Asl Sassari)