Il jazz core degli ZU
in concerto all'Aggabachela

SASSARI. Il jazz core arriva in città. E lo fa domani alle 21, al circolo dell'Aggabachela. Ci sarà infatti il concerto degli ZU, originalissima band italiana.
Il sound della band è costituito da una fusione tra hardcore, punk, math rock e metal, caratterizzata da continue evoluzioni ritmiche e armoniche. Per semplicità, il loro genere viene spesso catalogato con l’etichetta di jazz core.
È proprio l’originalità il punto forte della formazione. Grazie a questo stile eclettico e unico gli ZU possono contare su un nutrito seguito di fan distribuito a livello mondiale. La band rappresenta infatti una delle realtà italiane più conosciute all’estero e, paradossalmente, spesso poco considerata all’interno dei confini nazionali.

Il gruppo, formatosi a Roma nel 1997, è composto da tre membri: Luca Mai al sax baritono, Massimo Pupillo al basso e Jacopo Battaglia alla batteria.
Gli ZU hanno alle spalle ben 14 album, l’ultimo dei quali, Carboniferous, è uscito nel 2009. Ma il loro più grande successo è costituito da Igneo, pubblicato nel 2002 e considerato un vero e proprio capolavoro.
Una prerogativa della band è la continua ricerca di collaborazioni, utili per trovare sempre nuove soluzioni musicali. Tra gli altri hanno collaborato con gli ZU grandi artisti quali Roy Paci, Matt Gustafsson, Eugene Chadbourne, Buzz Osborne e Mike Patton, vera e propria leggenda della musica rock e crossover, icona internazionale della sperimentazione vocale.

L’evento si configura come l’ultima serata del Reeson Electric Festival, manifestazione organizzata dall’etichetta di abbigliamento skate Reeson (nata a Sassari ma sempre più popolare al di fuori dei confini regionali) in collaborazione con Aggabaghela e Duna Jam.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo