Turismo, la Sardegna sbarca sul web
e si prepara al Bit di Milano 2012

340 mila visitatori in meno nel 2011 rispetto all'anno precedente
di Alessandro Garau
CAGLIARI. La Sardegna cerca di rilanciarsi dopo un 2011 che ha registrato un calo negli arrivi: 340 mila turisti in meno rispetto all'anno precedente. La Borsa internazionale del Turismo 2012, in programma a Rho Fiera Milano dal 16 al 19 febbraio, è il palcoscenico ideale per riconquistare la fiducia del mercato nazionale che risente maggiormente della crisi. Il ribasso complessivo del 5,6 per cento è infatti dato dal crollo drastico dei turisti italiani, addirittura del 15 per cento, compensato dall'aumento di quelli stranieri del 9 per cento. «Ripartiamo con due parole d'ordine: prudenza e consapevolezza - afferma l'assessore regionale del Turismo, Luigi Crisponi - Siamo colpiti da una crisi economica internazionale senza precedenti, ma vogliamo che la nostra regione si presenti grintosa all'appuntamento di Milano».

Stand ridotto. In linea con l'austerità dettata dai tempi, lo stand dedicato alla Sardegna sarà ridotto della metà nello spazio e nei costi. La presenza dell'Isola al Bit costerà in tutto 200 mila euro. Parteciperanno circa un centinaio di operatori, oltre agli enti locali. Tre i punti cardine: green philosophy, innovazione tecnologica e un enorme cuore rosso che campeggerà sullo stand della Regione. «Tutela e valorizzazione delle risorse ambientali e culturali sono i nostri obiettivi primari», prosegue Crisponi.

La Sardegna sul web. Alla fiera milanese sarà poi presentato il nuovo portale dedicato alla promozione del turismo in Sardegna: «uno spazio web in cui si incontrano domanda e offerta». E per stare al passo coi tempi la Regione si apre anche ai social network con pagine dedicate su Facebook, Twitter e Youtube.

Forte presenza di stranieri. Il mercato internazionale, particolarmente quello europeo, è decisamente più favorevole alla Sardegna rispetto a quello nazionale. Fra i visitatori stranieri più assidui al primo posto resistono i tedeschi, seguiti dai francesi, sul gradino più basso del podio si piazzano gli inglesi, al quarto posto gli svizzeri e al quinto gli spagnoli. Il comparto turismo pesa attualmente per l'8 per cento del pil regionale, produce circa un miliardo di euro di fatturato e impiega settemila addetti.

Sardegna Store a Milano, Roma e Berlino. In contemporanea con il Bit, e più precisamente sabato 18 febbraio, verrà inaugurato a Milano in piazza Diaz il primo Sardegna Store, dove si venderanno prodotti artigianali e agroalimentari d'eccellenza dell'Isola. Tra due settimane aprirà invece Roma, in via XX settembre e prossimamente anche a Berlino.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo