LA MOBILITAZIONE

Domani sciopero generale
Contro la Manovra del governo

 (foto: SassariNotizie.com)
(foto: SassariNotizie.com)
SASSARI. Una giornata di sciopero generale per protestare contro la manovra economica. Domani saranno a rischio i servizi e anche i trasporti pubblici per la mobilitazione indetta dalla Cgil-Funzione pubblica, a cui aderiscono anche gli edili della Fillea Cgil. Si asterranno dal lavoro anche i lavoratori dell'Atp (Azienda trasporti pubblici) di Sassari che avvisa dei probabili disagi dalle 10 alle 14, per l'adesione degli iscritti alla Cgil.

Le ragioni.
Secondo il sindacato la manovra proposta dal governo colpisce soprattutto i lavoratori pubblici, i pensionati e i deboli. Il blocco dei contratti e degli scatti di anzianità, il taglio dei trasferimenti agli enti locali, queste le ragioni della protesta. Insieme anche all'innalzamento, dal 2012, dell'età di pensionamento delle lavoratrici e al licenziamento dei precari. Tra le richieste della Cgil la tassazione delle rendite e l'avvio della riforma fiscale.
«La finanziaria del governo non tiene conto di quello che sta succedendo - ha detto Giovanni Pinna, segretario regionale della Cgil-Funzione pubblica- Questa manovra fa parte del progetto che mira a smantellare il quadro dei diritti fondamentali dei cittadini».

Le altre iniziative. Oltre a sostenere la mobilitazione di domani gli edili della Cgil stanno preparando altre iniziative, da decidere il 9 luglio prossimo in un'assemblea unitaria con Filca-Cisl e Feneal-Uil. «Nel settore edile, ha spiegato il segretario generale provinciale della categoria, Salvatore Frulio - ricordando i dati forniti dalla Cassa edile del nord Sardegna, in pochi mesi la somma dei lavoratori che hanno perso il posto è pari a quelli impegnati nel polo petrolchimico di Porto Torres».
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: SassariNotizie.com)