Punta una siringa dopo lo scippo
Giovane sassarese arrestato

di Daniele Giola
 (foto: Archivio carabinieri)
(foto: Archivio carabinieri)

SASSARI. Ha prima scippato un'anziana signora in via Principe di Piemonte poi, quando un automobilista ha cercato di impedirgli la fuga, si è divincolato facendo ricorso al più squallido degli espedienti: una pesante minaccia, armata di siringa alla mano.

Ma la serata di mercoledi scorso, per Sergio Pischedda, 34 anni sassarese, non è finita come si aspettava. L'automobilista, infatti, prima di scendere dalla macchina ha fatto in tempo a chiamare il 112 raccontando precipitosamente l'accaduto.

I militari sono arrivati sul posto in pochi minuti (intorno alle 19) e hanno deciso, per velocizzare le ricerche, di far salire sull'autoradio il giovane automobolista che nel frattempo aveva perso le tracce del delinquente. Una attenta perlustrazione delle vie limitrofe poi, dopo alcuni minuti in via Silki, il testimone ha riconosciuto lo scippatore prontamente rincorso, immobilizzato e quindi arrestato dai militari per rapina impropria.

Quando i carabinieri sono tornati sul luogo dello scippo, della signora (la vittima) non c'era più traccia. Le ulteriori ricerche della stessa sono risultate infruttuose, anche perché probabilmente la signora è rientrata in possesso della propria borsa, lanciata dal malvivente durante la fuga.

Ai fini investigativi e giudiziari, i carabinieri fanno sapere che sarebbe estremamente utile che la signora si presentasse presso la più vicina caserma per sporgere denuncia dell’accaduto. Il rapinatore, nel frattempo, è stato portato nel carcere di san Sebastiano.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Archivio carabinieri)