Distrugge l'ingresso di un pub
con una spranga di ferro. Arrestato

L'uomo si è fermato solo dopo che i poliziotti hanno sparato un colpo di pistola in aria
Una volante della Polizia di Stato (foto: Archivio)
Una volante della Polizia di Stato (foto: Archivio)
SASSARI. Ieri notte vicino a piazza Tola un uomo ha distrutto la vetrata di un pub, il Camelot, con una tubo di ferro lungo quasi due metri. È stato poi fermato dall'intervento degli agenti delle Volanti chiamate dal proprietario. Per fermare l'aggressore, M.F. di 34 anni, i poliziotti hanno sparato un colpo in aria.

La ricostruzione. Stava urinando vicino al pub Camelot, poco distante da piazza Tola, quando il proprietario del locale lo ha sorpreso e rimproverato. Così è iniziata l'aggressione verbale dell'uomo, M.F. di 34 anni, che si è poi allontanato minacciando di andare a picchiare la moglie dell'esercente di cui conosceva la residenza. Nel frattempo il gestore del pub ha chiamato il 113 e due Volanti della polizia hanno intecettato l'uomo lungo Corso Vittorio Emanuele con il naso rotto, M. F. ha però rifiutato un'ambulanza e tutto sembrava risolto. Invece l'aggressore è tornato davanti al ristorante-pub poco dopo armato di un tubo di ferro lungo quasi due metri e ha iniziato a spaccato la vetrata del locale nonché cercato di colpire gli agenti delle Volanti arrivati sul posto. La furia dell'uomo si è fermata solo dopo che i poliziotti hanno sparato un colpo di pistola in aria.
M.F. che ha già dei precedenti è stato arrestato e portato in questura, accusato di violenza, danneggiamento aggravato, minacce e resistenza a pubblico ufficiale.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Una volante della Polizia di Stato (foto: Archivio)