opportunitÀ per laureati

Ritorna la Scuola estiva internazionale
di preistoria europea

A Orroli dal 19 al 29 luglio
di Valentina Guido
Grotta Janas, campionamento ossa per Dna (foto: Issep 2010)
Grotta Janas, campionamento ossa per Dna (foto: Issep 2010)
SASSARI. Dieci giorni ad Orroli, al centro della Sardegna, per incontrare i massimi esperti mondiali di preistoria europea. Ritorna dal 19 al 29 luglio Issep, la Scuola estiva internazionale di preistoria europea fondata dalla geologa Giusi Gradoli nell’ambito del progetto europeo “Art landscape transformation”, giunto alla terza annualità. Per partecipare occorre essere laureati in discipline umanistiche o scientifiche e conoscere bene l’inglese poiché le lezioni si svolgeranno in questa lingua.
Quest’anno si parlerà di archeologia subacquea (tecniche, ricostruzione storica e conservazione), forme simboliche del neolitico, archeologia comparativa regionale e sociale nel contesto della preistoria europea. Un’importanza particolare verrà attribuita al significato rituale e al contesto naturale delle grotte.
Le lezioni si terranno ad Orroli nell’hotel Villaggio antichi ovili. I corsi sono gratuiti, mentre i costi dell’albergo sono a carico dei partecipanti. Saranno ammessi al massimo 20 corsisti, selezionati in base ai titoli. Gli interessati potranno inviare i curricula alla direzione scientifica dell’Issep all’indirizzo ggradoli@yahoo.it. Per informazioni, telefonare al numero 3394705421.
L’inaugurazione del corso avrà luogo domenica 18 luglio alle 18 nella biblioteca del Comune di Orroli. Dopo la cena nella casa museo Omu Axiu, la serata si concluderà con un concerto di cui sarà protagonista il baritono Angelo Romero. Il giorno dopo avranno inizio le lezioni, che andranno avanti fino al 29 luglio. Interverranno, tra gli altri, Alexandra Figueiredo dell’Istituto Politecnico di Tomar, in Portogallo; Adolfo Silveira, archeologo specializzato in navi, dell’università di Lisbona; Claudio Monteiro, docente di conservazione dei beni culturali presso la scuola professionale Sintra, in Portogallo; Terence Meaden dell’Università di Oxford; Stephanie Korner e Konstantinos Arvanitis dell’università di Manchester. Per ulteriori informazioni sul programma “Art landscape transformation”, consultare il sito internet della scuola.
Al progetto collaborano il consorzio turistico laghi e nuraghi, costituito da 11 comuni del Sarcidano, e il dottor Robin Skeats dell’università di Durham, che dirige gli scavi archeologici nelle grotte della zona (vedi foto).

Quest'anno la Scuola estiva internazionale di presitoria europea ha ricevuto il patrocinio della Regione Sardegna. Alla serata inaugurale sarà presente anche l'assessore alla Cultura, Maria Lucia Baire.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Grotta Janas, campionamento ossa per Dna (foto: Issep 2010)