il dibattito sul "nuraghe" in galilea

Gli Shardana antenati dei sardi?
Per gli studiosi è fantarcheologia

Il commento di Francesco Bellu, esperto di archeologia fenicia
di Michele Spanu | Twitter: @MicheleSpanu84
Il sito di El-Ahwat
Il sito di El-Ahwat

SASSARI. Gli Shardana antenati dei sardi: i guerrieri mercenari che seminavano il panico per il Mediterraneo, erano in realtà gli stessi uomini dalla nostra civiltà nuragica. Una teoria affascinante. Forse troppo, visto che per la maggior parte degli archeologi questa idea viene bollata come "pura fantasia". L'ultima scoperta riguarda il ritrovamento di un villaggio nuragico in Galilea da parte dello studioso israeliano Adam Zertal: una notizia prontamente rilanciata dall'Ansa ma che non convince gli archeologi sardi. Anzi. Su Facebook in molti hanno commentato con fastidio la ricostruzione. Francesco Bellu, giornalista laureato in Beni archeologici, spiega il perché. «Ogni volta assistiamo a grandi dichiarazioni, ma non si vede mai nessun riscontro - dice Bellu -. Per quanto riguarda il villaggio di El-Ahwat, dove Zertal dice di aver trovato una fortificazione eretta dagli Shardana - nessuno ha mai visto una pianta del sito. Nessuno quindi può dunque verificare l'esattezza di questa teoria. Inoltre da parte nostra ci sono molti punti oscuri. Queste fortificazioni non hanno il tetto, quindi non si capisce se in passato abbiano avuto o meno il "tholos" nuragico. Senza questo dato, come si fa a fare un parallelo con la civiltà nuragica?».

Inoltre per Bellu non va dimenticato che Adam Zertal è un archeologo sionista. Per cui il suo modus operandi è semplice: consiste nel condurre la ricerca sulla base delle fonti bibliche. Un metodo che a volte può servire, ma che in alcuni casi può deviare, come dice Mario Liverani nel suo libro "Oltre la Bibbia". Bisogna stare anche attenti alle interpretazioni ideologiche che ne approfittano di riscrivere la storia dei sardi, dando gloria esagerata ai nostri antenati. Così come la teoria di Sergio Frau, sulle colonne d'Ercole in Sardegna. Teorie belle ma francamente senza riscontri scientifici per la comunità archeologica.

Gli Shardana sono realmente esistiti ed è storicamente provato il fatto che abbiano seminato il panico nel Mediterraneo orientale tra la fine dell'età del bronzo e l'inizio dell'età del ferro, intorno al 1200 a.C. Ma il collegamento con la Sardegna sembra troppo forzato.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Il sito di El-Ahwat