Stintino adotta il suo primo Puc
Contraria la minoranza comunale

L'ingresso del Municipio di Stintino (foto: Ufficio stampa Comune di Stintino)
L'ingresso del Municipio di Stintino (foto: Ufficio stampa Comune di Stintino)
STINTINO. Il Puc di Stintino è diventato una realtà. Con 8 voti a favore e 4 contrari ieri il Consiglio comunale ha scelto di adottare il suo primo Piano urbanistico comunale. Il paese è uno dei primi ad aver adottato un Puc.

«Questo è il Puc di una comunità che sostituisce il piano regolatore ereditato dall’amministrazione sassarese nel 1989. È il piano che deve dettare le linee di sviluppo di Stintino per i prossimi 20-30 anni. E in questo studio durato quasi tre anni abbiamo cercato di interpretare gli scenari futuri» ha detto il sindaco Antonio Diana.
Un Puc adottato con 8 voti a favore, quelli della maggioranza, e 4 contrari, del gruppo di minoranza.


Quattro gli obiettivi del Piano: ambiente, paesaggio e campagne da salvaguardare con politiche attive; patrimonio storico culturale; recupero degli squilibri territoriali, gestione cicli ecologici e sistema insediativo; energie rinnovabili. Obiettivi che sono stati tutti analizzati e ampliati durante questi anni e che hanno portato a una pianificazione del territorio.
Secondo il sindaco questo Puc porterà a una riduzione delle volumetrie sull’intero territorio comunale, mentre la minoranza ha contestato il loro aumento nel Piano urbanistico.

Adesso il Piano urbanistico comunale passerà al vaglio della Regione che dovrà esaminarlo quindi approvarlo.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • L'ingresso del Municipio di Stintino (foto: Ufficio stampa Comune di Stintino)