Argentiera, ancora niente depuratore La Regione non eroga il finanziamento

lunedì 10 giugno 2013 di Antonio Muglia
Uno scorcio dell'Argentiera (foto: SassariNotizie.com)

SASSARI. Sarà ancora un'estate di passione all'Argentiera, con un continuo via vai delle autobotti che svuotano le cisterne piene di scarichi fognari. A dirlo è stata la dirigente del settore Ambiente del Comune di Sassari Marge Cannas, che lunedì mattina si è presentata alla commissione Lavori pubblici per un'audizione. Nel 2011 Palazzo Ducale aveva infatti deciso di realizzare delle vasche di contenimento in seguito a una fuorisciuta dei reflui nel piazzale situato davanti alla spiaggia. Adesso che i lavori sono stati completati si aspettano i fondi della Regione per terminare il secondo lotto, cioè la costruzione di un depuratore, costo un milione di euro (il progetto è un'eredità della giunta Campus). «Le cose non sono ben chiare - ha detto Cannas - abbiamo scritto quando abbiamo concluso i lavori, che non dovremmo neanche eseguire noi. Il problema è che in Regione non ci rispondono». La stessa dirigente ha detto che si tratta di un problema importante, e ovviamente, anche costoso. Provvede infatti il Comune, con fondi propri, a svuotare le vasche mandando dei mezzi autospurgo che, a seconda della piovosità, costano dai 30 ai 60 mila euro all'anno. Per adesso, comunque, non se ne fa niente e gli scarichi, anche per questa estate, saranno prelevati dai camion.

 

 

Immagini

Uno scorcio dell'Argentiera (foto: SassariNotizie.com) (foto: SassariNotizie.com)