Concorso Wine and Sardinia, proclamati i vincitori

martedì 15 settembre 2015
Capacità di emozionare raccontando l'eroicità della viticoltura isolana e dei diversi territori sardi in modo non scontato, di osare, superando gli attuali standard  qualitativi, orientati a un mercato interno e turistico, per puntare ai mercati internazionali, competitivi e esigenti ma decisamente più promettenti e stimolanti. Sono questi  gli elementi distintivi che la Giuria di esperti ha ricercato  nel corso della valutazione dei circa cento campioni di vini  in concorso per la seconda edizione del Concorso enologico Wine and Sardinia. L'iniziativa, rivolta alle produzioni regionali, è promossa dalla Pro Loco di Sorgono (organismo autorizzato ufficialmente  dal ministero per le Politiche agricole) e dal Comune.

Sono in tutto sedici i vini premiati:

Per la categoria Vini rossi (annate 2013- 2014) ha ottenuto il  Wine and Sardinia d'oro il “Bovale IGT Marmilla”  2013 della pluripremiata Cantina Su Entu di Sanluri. Il Sigillo d’Argento è andato invece a “Sas Piras” 2013 dell'Azienda Viticola Binzamanna di Martis (Sassari). Si è aggiudicato il Sigillo di Bronzo “Tiros”  2013  della Società Agricola Siddura di Luogosanto (Sassari).

Per la categoria dedicata ai rossi antecedenti il 2013, il Wine and Sardinia d'oro è stato assegnato al vino “Hassan” della Tenuta Asinara srl  di Cargeghe (Sassari); Sigillo d’Argento al
“Capo Sardo” Cannonau DOC della Cantina Gianluigi Deaddis di Sedini (Sassari).

Per la categoria Vini bianchi (annate 2013 – 2014) il Wine and Sardinia d'oro è stato assegnato a “Notteri” Vermentino di Sardegna DOC 2014 della Cantina Castiadas Soc. Coop. Agricola di Castiadas (Cagliari); il Sigillo d’Argento a “Contissa” (2014) realizzato nella Cantina Trexenta soc. Coop. Agr. di Senorbì (Cagliari); i giurati hanno assegnato il Sigillo di Bronzo a “I Giganti” Bianco Tharros IGT (2013) dell'Azienda Vinicola Attilio Contini Spa di Cabras (Oristano).

Per la categoria Vini rosati Wine and Sardinia d'oro a“Nieddera Rosato” Valle del Tirso Igt,  (2014) prodotto dall'Azienda Vinicola Attilio Contini Spa di Cabras.

Per la categoria Vini da dessert (meditazione) secchi e dolci il Wine and Sardinia d'oro è andato alla “Malvasia di Bosa” Doc 2008 Riserva della Vitivinicola Emidio Oggianu di Magomadas (Oristano), Medaglia d’Argento al “Passito Igt” (2013) della Cantina Su Entu di – Sanluri.

La Giuria ha inoltre attribuito dei diplomi di merito alle Cantine Su Entu per il Vermentino di Sardegna DOC “Su Entu”,  alla Cantina Sociale Dorgali per il suo Vermentino di Sardegna DOC “Filine”, e all'Azienda Vinicola A. Contini spa di Cabras  per il  “Karmis” Bianco Tharros IGT.

Infine sono stati assegnati due premi speciali: il primo, “Cannonau D'autore”, è andato a “Capo Sardo” Cannonau DOC della Cantina Gianluigi Deaddis, il secondo, dedicato al “Vermentino D'autore” è andato a “Notteri” Vermentino di Sardegna DOC – Anno 2014 della Cantina Castiadas.

La Pro Loco, presieduta da Matteo Marras, ha voluto dare prestigio al concorso Wine  and Sardinia individuando una Giuria di esperti di livello elevato, a garanzia di valutazioni oggettive, orientate all'individuazione delle eccellenze regionali, con l'obiettivo di creare occasioni di stimolo e confronto tra produttori in un'ottica di miglioramento continuo degli standard di qualità e competitività delle produzioni sarde. Presidente della commissione esaminatrice Roberto Cipresso enologo e winemaker, apprezzato in Italia e all'estero. Compongono inoltre la Giuria Ruben Larentis direttore di produzione delle Cantine Ferrari, la nota azienda che esporta lo spumante italiano nel mondo, il giornalista e sommelier Marco Pozzali firma di prestigiose riviste specializzate e autore di importanti guide ai vini italiani,  Pierluigi Gorgoni, anche lui giornalista, tra i migliori assaggiatori italiani (autore per il gruppo l'Espresso della Guida I Vini d’Italia) e Monia Ravagli responsabile tecnico della pluripremiata azienda agricola Drei Donà di  Massa di Vecchiazzano in provincia di Forlì.

«Nel complesso abbiamo  riscontrato uno standard buono, enologicamente corretto, ben orientato al mercato interno, al turismo estivo e alla necessità di abbinamenti a cibi leggeri – ha dichiarato Cipresso lo scorso luglio al termine delle valutazioni – alcuni vini ci hanno sorpreso perché sono riusciti a mostrare l'eroicità di questa terra e di questa viticoltura. Per gli altri prodotti ci sono ampi margini di miglioramento».

Per la cerimonia di premiazione la Pro Loco dà appuntamento a Sorgono il 24 e 25 ottobre 2015 prossimi, quando, in concomitanza  con la vendemmia tradizionale organizzata per le Cortes Apertas, si terrà la seconda  edizione del Salone dei Vini sardi. Come spiega Matteo Marras, l'iniziativa rappresenta un'occasione per conoscere e degustare i vini vincitori ma anche per scoprire altre interessanti produzioni regionali e locali in un ambiente ospitale nel cuore dell'autunno barbaricino.

Immagini