Sassari. Orto botanico, e gli alberi?

martedì 10 gennaio 2017
Alla fine costerà quasi 50 milioni di euro e, probabilmente, sarà uno dei dei più grandi d'Europa. Ma allo stato, dell'orto botanico di Sassari, o meglio, del polo bionaturalistico dell'università di Sassari ciò che si vede non fa certamente ben sperare. Assurto agli onori della cronaca recente per la (meritata) inserzione nella sezione  progetto "ITALIA SFREGIATA", nella pagina Facebook tenuta da Vittorio Sgarbi, per i più l'ambizioso progetto resta un enigma.
Difeso a spada tratta dai suoi promotori, come naturale, non altrettanto dai cittadini.
Torniamo sul punto per una recente riflessione fatta da un nostro lettore. Non entra nel merito estetico del "serpentone"  che di botanico potrebbe avere qualcosa solo con una distesa di vasetti di gerani sui davanzali delle finestre, ma intende soffermarsi solo sul futuro orto botanico e si chiede: " Ma questo orto botanico sarà fatto solo di serre o ci saranno anchi spazi all'aperto? E in questo secondo caso, non sarebbe stato meglio  iniziare a sistemare i vialetti e a piantare qualche albero, vista la desolazione in cui versa l'intera area?"
Non siamo in grado di risponderere, ma l'osservazione ci sembra romantica e condividibile.
Anche perchè la conclusione dei lavori, dopo l'assegnazione dell'ultimo appalto previsto per il completamento dell'opera,  avvenuta nell'ottobre 2015, è fissata per il 2018.
Come dire domani.

 

Immagini