"Eroi di solidarietà" in video conferenza:il COVID-19 non ferma il Liceo Motzo di Quartu Sant’Elena

giovedì 12 marzo 2020
Il  covid 19 non ferma il Liceo Motzo di Quartu Sant’Elena. E così il progetto PTOF “Eroi di solidarietà”, che da settembre scorso ha coinvolto cinque classi delle Scienze Umane e si sarebbe dovuto concludere il giorno dell’Unità Nazionale presso la palestra dell’Istituto, avrà luogo come video conferenza.
La didattica a distanza, tanto voluta dalla Ministra all’Istruzione Azzolina,  sbarca anche in Sardegna con questo evento unico nel suo genere. “In un momento dove la solidarietà nazionale è essenziale per sconfiggere il corona virus – ha affermato il Dirigente Scolastico del Motzo Sergio Puddu – è importante far sentire ai nostri studenti, alle loro famiglie e a tutta la comunità scolastica che la Scuola gli è vicina in questo momento così difficile della storia del paese”.

Comodamente da casa con webcam, microfoni, cuffie e connessioni internet da PC, smartphone, tablet, Iphone o Ipad alle ore 9.30 del 17 marzo, gli alunni e le alunne della 5Be dell’Economico Scoiale interagiranno con l’ironman e Presidente della Survival Triathlon Roberta Zanda. Molte le domande sulla solidarietà sportiva, in particolare quella del mondo degli ultrarunner. Sarà anche l’occasione per un’attenta rilettura de “La vita oltre”, la recente pubblicazione del caparbio atleta cagliaritano, noto al grande pubblico come “Massiccione”.

A partire dalle ore 10.00 la 4Bu delle Scienze Umane indirizzo Tradizionale intervisteranno l’Assessora Regionale al Lavoro e Vicepresidente della Giunta, Alessandra Zedda che risponderà alle incalzanti domande sulla “solidarietà politica” e in particolare sugli articoli uno (l’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro) e due (la Repubblica…riconosce l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale) della Costituzione Italiana.

Alle ore 10.45 saranno gli studenti e le studentesse della 5Ae dell’Economico sociale a mettersi in contatto con il Dottor Antonio Mura di Europe Direct Regione Sardegna, per parlare di solidarietà transnazionale e dei doveri solidaristici dell’Unione Europea verso i cittadini europei, partendo dall’analisi dei capi IV (Solidarietà) e V (Cittadinanza) della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea o più comunemente nota come “Carta di Nizza”.

Alle 11.45 sarà la volta del debate sulla solidarietà intergenerazionale e sui doveri degli adulti verso le nuove generazioni. La parola passerà al Dottor Fabio Cruccu, Presidente dell’Associazione F4CR (Fight for Children’s Rights). Questo sarà il meeting più affollato con la classe 3Ae preparatissima sulla “Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza” e sul libro “Grandi illusioni. Ragionando sull’Italia” dello statista Giuliano Amato.

La speciale mattinata, in cui si festeggerà anche la Giornata Mondiale del Servizio sociale (ogni terzo martedì del mese di marzo), si chiuderà alle ore 12.45 con l’intervento  della cooperante Roberta Manca, Vicepresidente della Rete Sarda della Cooperazione Internazionale, che affronterà con la 4Ae dell’Economico Sociale del Motzo le tematiche della solidarietà cosmopolitica, con un’attenta analisi del libro del Costituzionalista Stefano Rodotà “La solidarietà. Un’utopia necessaria” e le dispense del filosofo Francesco Camboni “La solidarietà come concetto filosofico”.

Per preparare la manifestazione gli studenti del Motzo hanno lavorato duramente per mesi a questo progetto interdisciplinare che non rientra solo nell’Educazione civica ma abbraccia la Religione con la dottrina sociale cattolica, la Storia con la nascita del concetto di fraternité negli anni della Rivoluzione francese, passando poi per i grandi padri della Sociologia (Durkheim, Habermas) e  della Filosofia (Montesquieu, Kant), fino al Diritto e all’Economica, che li  ha portati alla riscoperta dei principali articoli della Costituzione italiana e delle carte e delle convenzioni internazionali sui diritti umani.

I ragazzi e le ragazze del Motzo hanno partecipato anche a un omonimo Concorso video, in cui i vari gruppi di lavoro hanno dovuto scegliere un grande uomo o una grande donna che sono stati per l’umanità un fulgido esempio di solidarietà (link per la visione dei video finalisti: https://urly.it/34s0r ).

Il giorno verrà svelata anche la classifica finale e saranno proclamati i vincitori del concorso “Eroi di solidarietà”, ma a causa dei recenti decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri che fanno divieto di qualsiasi forma di assembramento, la premiazione – dice la docente referente professoressa Elisabeth Piras Trombi - sarà rinviata a data da definirsi.

link per il banner dell'evento: https://we.tl/t-p8feSgG3Bw


Immagini